Assisi: Impegno con i Fatti per i Servizi di Comune e Associazioni

Photo1(umbriajournal.com) ASSISI – Viviamo la crisi più grave dal 1929 ad oggi e, quindi, il momento più difficile. Il Comune di Assisi sta “facendo molto”, in opere e iniziative, malgrado le difficoltà, anche per la “tutela dei servizi”. Come dimostrato, da iniziative e documenti, non risponde ai fatti l’affermazione, di un periodico locale, che critica, veleggiando fra la semantica delle parole, il silenzio delle istituzioni locali invocando l’iniziativa di Associazioni e Pro Loco. (tralasciando, invece, che le 17 Pro Loco da tempo stanno lavorando, per tutelare dei servizi, con il Comune).

Ecco i fatti e le foto (meglio portare sempre le prove).
1. Ospedale di Assisi (ente responsabile la Regione Umbria, la decisione sulla rete dei nuovi Ospedali regionali venne presa nel 1999/2000) Comune e Pro Loco hanno attivato molte azioni di protesta, sino alle occupazioni di Regione Umbria e Ospedale, nonché raccogliendo migliaia di firme (Foto 1); ad oggi il punto nascita “non é stato chiuso” e si sta prospettando un piano di riqualificazione e valorizzazione (non ci fermeremo e l’impegno continuerà).
2. Corso di Laure sul Turismo (istituzione responsabile Università degli Studi di Perugia): il Comune insieme alle Pro Loco ha protestano sino all’incatenamento (nel 2010) e anche in queste settimane sta continuando l’azione con manifestazioni e ricorsi al TAR Umbria (Foto 2).
3. Frana Ivancich Assisi (ente responsabile Ministero dell’Ambiente e Provveditorato Opere Pubbliche): il Comune, anche in questo caso con le Pro Loco, si sta attivando in ogni modo per far ripartire, in tempi brevi, la seconda e conclusiva parte dei lavori (l’impresa é già stata individuata) e anche in questo caso le proteste sono state clamorose con l’invio al Ministero dell’Ambiente anche di una “grande lettera” (Foto 3). Come si vede i fatti sono legati a “proteste ampie e molto comunicate” nulla di simile al silenzio come vorrebbe far intuire il periodico.

Anche per le mostre eventi (solo fra luglio e agosto), malgrado le poche risorse, dopo Norberto ci sarà Canova, il ClarinetFest (evento mondiale) e la grande mostra sui artisti spagnoli legati al francescanesimo con il turismo che viaggia al +5% nei primi 5 mesi del 2013 (anche grazie a Papa Francesco) e continue inaugurazioni di opere e iniziative.

Citiamo la differenza fra chi “cerca di costruire”, malgrado le tante difficoltà, e chi, invece, vorrebbe insegnare su tutto a tutti. Anche in estate continueremo ad impegnarci (Sindaco, Assessori e Consiglieri Comunali di Assisi) sui temi dei servizi e lo faremo con coloro che, lealmente, e ben oltre le teorie culturali e politiche, ragazzi, persone normali, Associazioni e Pro Loco, tengono sinceramente il loro territorio “liberi di pensare e fare” per Assisi.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*