Assemblea dei soci del Gruppo Grifo Agroalimentare: bilancio positivo

Presidente Catanossi: l’azienda ha interpretato appieno lo spirito della cooperazione – Fatturato consolidato sui valori 2015 e conferma del consiglio d’amministrazione uscente

(umbriajournal.com) by AVInews – PERUGIA Approvazione del bilancio annuale e rinnovo delle cariche sociali per il triennio 2017-2019. Questi i due punti all’ordine del giorno dell’assemblea dei soci del Gruppo Grifo Agroalimentare che si è tenuta sabato 6 maggio nella sede della cooperativa, a Ponte San Giovanni di Perugia, alla quale ha partecipato anche l’assessore regionale alle politiche agricole e agroalimentari della Regione Umbria Fernanda Cecchini.

Bilancio positivo Larga partecipazione dei soci i quali hanno apprezzato il lavoro del corpo dirigente in quest’ultimo triennio così come dimostrato con la conferma della quasi totalità dei componenti del consiglio di amministrazione uscente. “In questo particolare momento – ha sottolineato il presidente del gruppo Carlo Catanossi durante l’ampia relazione predisposta dal Consiglio di amministrazione –, l’aver chiuso il bilancio positivamente è stato un obiettivo importante e la tenuta del gruppo è stata soddisfacente. La produzione totale di latte conferita è rimasta sostanzialmente stabile e il fatturato 2016 si è consolidato sui valori dell’anno precedente. Siamo riconosciuti dai nostri clienti come un’azienda che produce qualità: la certezza della provenienza del prodotto rappresenta, infatti, una garanzia per i nostri affezionati consumatori. Ma anche le istituzioni ci riconoscono come una realtà tra le più importante del territorio umbro”.

Spirito di cooperazione L’azienda – ha concluso in assemblea Catanossi – ha interpretato appieno lo spirito della cooperazione basato sul lavoro condiviso in vista di una finalità comune. Ringrazio l’intero corpo sociale per aver espresso e inteso appieno il senso più profondo di questi principi. Del resto, è nei momenti di difficoltà che l’unione e la condivisione di un progetto comune costituiscono la chiave di volta di un’impresa. Vorremmo essere e rappresentare per il futuro, specialmente per i territori colpiti dal sisma, un esempio di volano per una ripresa economica imprescindibile per la nostra regione”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*