Apicoltura, Comuni umbri alleati delle api tutela della biodiversità

Un'iniziativa che segna la svolta e sancisce l'impegno concreto delle istituzioni

Apicoltura, Comuni umbri alleati delle api tutela della biodiversità

Apicoltura, Comuni umbri alleati delle api tutela della biodiversità

L’Anci Umbria, Felcos Umbria e APAU insieme propongono l’adozione della delibera “Comuni amici delle api” alle amministrazioni della Regione. Nel corso della conferenza stampa – in programma domani, martedì 17 maggio, alle 11.30, presso la sede dell’ANCI Umbria, in via Alessi, 1 a Perugia – sarà presentata la Campagna “Comuni amici delle api” a tutela delle attività apistiche e della biodiversità e la relativa proposta di delibera che verrà sottoposta a tutti i comuni della regione. Un’iniziativa che segna la svolta e sancisce l’impegno concreto delle istituzioni locali a favore della tutela del territorio e della sua biodiversità e rilancia l’apicoltura come potenziale fonte di reddito anche per tanti giovani che si affacciano nuovamente al mondo dell’agricoltura in Umbria.

Solo nella nostra regione il comparto conta 1400 apicoltori con 32.000 alveari per una produzione annua lorda vendibile di miele stimata in 3 milioni e mezzo di euro. Diversi Comuni hanno partecipato entusiasticamente alla costruzione della campagna insieme ai promotori, e si sono già impegnati ad approvare l’adesione alla delibera “Comuni amici delle api”, tra questi ci sono: Foligno, Orvieto, Gualdo Cattaneo, Panicale, Spello e Montecchio.

Tale azione si inserisce nel più ampio progetto – promosso da Felcos Umbria e APIMED, in collaborazione con Anci Umbria, APAU – Mediterranean CooBEEration: una rete per l’apicoltura, la sicurezza alimentare e la biodiversità, finanziato dall’Unione Europea, finalizzato a sostenere l’apicoltura e il suo ruolo strategico per la salvaguardia della biodiversità e per il miglioramento della sicurezza alimentare e dello sviluppo socio-economico in tutta l’area mediterranea. Nel corso della conferenza stampa sarà presentata la delibera e le misure concrete contenute al suo interno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*