Primi d'Italia

Anche dall’Umbria a Milano per “Cibi d’Italia”

Cucina Tipica

cibotaliano(UJ.com3.0) PERUGIA – Ci saranno anche alcune aziende agricole umbre, tra le 150 aderenti a Campagna Amica che prenderanno parte a Cibi d’Italia, la grande manifestazione in programma a Milano, negli spazi del Castello Sforzesco. La manifestazione sarà inaugurata sabato 4 maggio alle ore 10, dal Presidente della Coldiretti nazionale Sergio Marini, dal Presidente del Touring Club Italiano Franco Iseppi, dal Direttore di Campagna Amica Tony De Amicis, dal Presidente della Coldiretti Lombardia Ettore Prandini, e dai rappresentanti delle Istituzioni, dei consumatori e del mondo della scuola.

Un appuntamento promosso da Coldiretti e Fondazione Campagna Amica, con le aziende agricole che presenteranno il meglio dei prodotti agroalimentari italiani, già dalle ore 17.00 di oggi, fino alle ore 20.00 di domenica 5 maggio. Le imprese agricole umbre proporranno la degustazione e vendita di alcune eccellenze locali: dalle marmellate ai formaggi, dal farro alle lenticchie; ma anche pane e biscotterie, fino agli insaccati di maiale brado di Norcia.

All’interno dell’iniziativa – informa Coldiretti – anche vere e proprie lezioni di spending review all’aria aperta su come “vivere bene in tempo di crisi”, imparando a coltivare orti nei più piccoli spazi di case, terrazzi, aiuole o addirittura sui tetti, allevare on line un maiale o una mucca, preparare maquillage fai da te a costo zero, pulire la casa con i prodotti della natura, riciclare intelligentemente i rifiuti, fare la pasta o il pane in casa, ma anche acquistare cibi di alta qualità a low cost, costruire con i materiali poveri della bioedilizia o adottare a distanza una pianta da frutto o un ulivo per avere pere o extravergine personalizzati.

Un’iniziativa nel cuore di Milano – conclude Coldiretti – per scoprire la qualità del cibo italiano: una vetrina importante anche per gli imprenditori agricoli umbri, per avvicinare ancora di più i cittadini-consumatori ai prodotti della nostra agricoltura.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*