Valnestore, per la Lega gravi responsabilità del PD

Candiani e Fiorini: “Esiste una sottile linea rossa”

Valnestore, per la Lega gravi responsabilità del PD

Valnestore, per la Lega gravi responsabilità del PD

Immediata ripresa dei lavori della Commissione Regionale sui rifiuti che strumentalmente e con troppa fretta è stata accantonata; mappatura delle criticità e stesura di un piano di bonifica relativo alle situazioni a rischio; avvio della procedura di approvazione di un nuovo piano regionale sui rifiuti, in quanto non è più possibile procedere con iniziative spot o tampone relative ad un piano ormai superato dai fatti e dalle recenti verità.

Sono queste le proposte che il senatore Lega Nord, Stefano Candiani, insieme al Capogruppo Regionale Emanuele Fiorini, intendono proporre alla luce delle recenti notizie relative sia al sequestro dell’area della Valnestore, sia alle verità che stanno emergendo dai verbali delle audizioni della Commissione Bicamerale d’Inchiesta.

“Non bisogna limitarsi ad analizzare caso per caso – dichiarano Candiani e Fiorini – sono mesi ormai che sosteniamo come esista una gestione opaca del  ciclo dei rifiuti in Umbria tanto da poter parlare di “sistema”. Esiste, inoltre, una vera e propria emergenza sanitario-ambientale che riguarda decine di località sull’intero territorio regionale e quello che sta emergendo ne è la prova. Dalla Terra dei fuochi in Valnestore, all’inceneritore ternano da poco spento, dalla questione del percolato nella discarica Ast, alle polveri di Prisciano, dagli appalti Gest e Gesenu, alla gestione della discarica Le Crete di Orvieto: c’è una sottile linea rossa che collega questioni così evidenti che non sarebbero dovute passare inosservate agli occhi di chi ha governato e governa la Regione.

Crediamo sia vergognoso sentire esponenti del Partito Democratico intervenire oggi su un tema dove risulta palese la responsabilità del centrosinistra in termini politici nella gestione di un “sistema” fuori controllo e oggi arrivato al completo collasso. In questo quadro le dichiarazioni del segretario Leonelli, nella sua veste di presidente dalla Commissione Regionale antimafia, che si impegna ad acquisire i verbali sono ridicole considerato che tali documenti sono on-line ormai da giorni (questo il link http://parlamento17.camera.it/application/xmanager/projects/parlamento17/attachments/auditi_pdf/pdfs/000/000/283/Rif_M_20160225_007_Proc_Perugia.pdf ). Gli consigliamo di leggerli attentamente e di trarne le dovute conseguenze”.

Stefano Candiani, senatore Lega Nord e Segretario per l’Umbria

Emanuele Fiorini, capogruppo Lega Nord Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*