Perugia aderisce alla settimana europea della mobilità sostenibile

Perugia aderisce alla settimana europea della mobilità sostenibile

Settimana europea della mobilità sostenibile, Perugia aderisce

Per la prima volta la Città di Perugia, unico comune dell’Umbria, aderisce quest’anno alla Settimana Europa della Mobilità sostenibile che si svolgerà dal 16 al 22 settembre prossimo. La manifestazione internazionale, promossa ogni anno dalla Commissione Europea, è diventata ormai un appuntamento fisso durante il quale le Amministrazioni Pubbliche possono sensibilizzare i cittadini all’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi all’auto privata per gli  spostamenti quotidiani.

L’adesione alla manifestazione offre un’importante occasione per promuovere l’incremento di forme di mobilità sostenibile, stimolare una maggiore consapevolezza della cittadinanza in merito alle tematiche ambientali e presentare proposte alternative e sostenibili per i cittadini, oltre che una significativa vetrina per il Comune.

“L’anno scorso –ha detto il Vicesindaco Urbano Barelli in conferenza- abbiamo preso atto della manifestazione ma non c’erano i presupposti per organizzarla. Da quest’anno vogliamo farne un appuntamento annuale per sensibilizzare i cittadini verso la mobilità sostenibile, che dovrà essere anche uno dei punti di forza del nuovo Piano di Mobilità Urbana.” L’Assessorato all’Ambiente, in collaborazione con l’Assessorato alla Mobilità, ha, infatti, predisposto uno specifico programma che, oltre ad alcuni convegni ed incontri pubblici sulle tematiche legate alla mobilità sostenibile ed alla multimodalità, nonché alla sicurezza stradale, prevede lo svolgimento di iniziative ecocompatibili come linee di “Piedibus”, attività sportive di promozione alla salute ed escursioni in bicicletta, organizzate in collaborazione con la USL 1 di Perugia – Dipartimento di Prevenzione e con alcune Associazioni di promozione sportiva, al fine di offrire a tutti i cittadini interessati la possibilità di sperimentare in prima persona stili di vita sostenibili.

Come ha tenuto a sottolineare lo stesso Vicesindaco, Mercoledì 16 settembre, ad aprire il calendario di attività sarà la tavola rotonda sull’Enciclica papale “Laudato Si’ per la cura della Casa comune”. Un’occasione di incontro e di riflessione sull’invito di papa Francesco a prendersi cura del mondo come nostra casa comune, insieme al Sindaco di Perugia Andrea Romizi e al Vicesindaco Urbano Barelli, al Cardinale Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve Mons. Gualtiero Bassetti, Padre Enzo Fortunato, Direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, Ernesto Cesaretti, Presidente di Confindustria Umbria, il Rettore dell’Università degli Studi di Perugia Franco Moriconi e il Rettore dell’Università per Stranieri di Perugia Giovanni Paciullo, Antonio Lunghi, Vicesindaco di Assisi e Walter Ganapini, Direttore generale d Arpa Umbria. L’appuntamento è alle ore 16,30 alla Sala dei Notari.

La mobilità sostenibile e la sicurezza stradale saranno, invece i temi dell’incontro previsto per Venerdì 18 alla Sala della Vaccara a partire dalle 17,00, in cui si affronterà il problema della cultura stradale in ogni suo aspetto. Progettisti, medici, associazioni illustreranno necessità, proposte, comportamenti per la salvaguardia degli utenti della strada.

Nel fine settimana appuntamento con “Le vie regali di Perugia: emozioni in cammino” alle 9,30 di sabato 19 in centro storico, per poi trovarsi tutti insieme al Parco attivo Grocco per giocare nel verde (ore 12,30). Le due iniziative, realizzate in collaborazione con la USL1 sono finalizzate a “riappropriarsi della camminata –ha detto la dott.ssa Ermnia Battista della Usl1, coordinatrice del progetto “Studiamo insieme la salute”- come modo anche per stimolare l’osservazione. Siamo partiti dai bambini con il Piedibus scolastico, ora vogliamo conquistare la fascia degli adolescenti e degli adulti, che hanno così la possibilità non solo di mantenere la propria salute e benessere, ma anche conoscere meglio la città osservandola con lentezza”.

Domenica 20 lo stesso percorso sarà riproposto in bici, grazie alla FIAB Perugia Pedalata. Ultimo incontro, Martedì 22 settembre sarà riservato alla “Multimodalità: come spostarsi utilizzando più mezzi di trasporto” con la illustrazione dei diversi progetti di mobilità sostenibile che il Comune promuove. Già dallo scorso dicembre, infatti, la Giunta ha approvato alcune linee guida progettuali in materia ambientale tra cui quella denominata “Università in Bicicletta” finalizzata a promuovere nuove forme di mobilità urbana  con il sistema di bike sharing e quella dedicata al sistema “Car Pooling”, teso a favorire l’utilizzo di mezzi condivisi per l’accesso al posto di lavoro o a scuola, già promosso dal Comune di Perugia mediante la partecipazione al progetto  CHUMS (Changing Habits for Urban Mobility Solutions.

L’Ing. Stefania Papa, responsabile del progetto, ha reso noto che a distanza di una settimana dall’apertura della piattaforma di car pooling del Comune, poco più di 50 dipendenti si sono iscritti al servizio, ma il numero sarà sicuramente incrementato dato il forte interesse riscontrato dal progetto stesso.

Il tema scelto dalla Commissione Europea quest’anno è, infatti, “Choose. Change. Combine” ovvero “Scegli. Cambia. Combina” mirato a promuovere l’intermodalità di spostamento, come scelta strategica per migliorare la mobilità urbana, in linea con la campagna europea “Do the right mix”, che intende invitare i cittadini a ripensare l’intera gamma delle opzioni di trasporto, combinando i vari mezzi per risparmi di costo, di tempo e di preservazione dell’ambiente.

Al termine della conferenza l’Ing. Leonard Naldini ha annunciato alcuni progetti che saranno realizzati a breve dal Comune. “Perugia –ha precisato il dirigente- è all’avanguardia per quanto riguarda i percorsi pedonali verticali, come ad esempio le scale mobili. Ma mancano i cosiddetti percorsi pedonali orizzontali, cioè alla stessa quota. Con la Settimana europea della mobilità sostenibile abbiamo l’occasione di dare una svolta, sia a livello dell’acropoli, dove la ciclopedonalità non comporta particolari problemi di infrastrutture, sia a livello del percorso verde e la zona degli impianti sportivi, che già in parte è infrastrutturalizzata. Qui, in particolare, con i fondi dell’Agenda urbana vorremmo prolungare il percorso ciclopedonale fino al Polo Ospedaliero. Infine, non dimentichiamo le aree industriali, come quella di Sant’Andrea delle Fratte e di Ponte Felcino” A proposito dell’utilizzo delle bici elettriche Naldini ha, quindi, precisato che ad oggi sono stati attivati 300 abbonamenti annuali, con un coefficiente di utilizzo più elevato delle aspettative. La fase di sperimentazione, dunque, ha avuto esito positivo e ora si pensa ad aumentare il numero delle bici e delle stazioni.

Settimana europea della mobilità sostenibile

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*