Caldo in Umbria, forte disagio anche per sabato 25 luglio

Livelli di ozono in aumento

emergenza caldo

Caldo in Umbria: Con bollettino del 24 luglio 2015, trasmesso dal Centro di Competenza nazionale del Dipartimento della Protezione Civile e dal Ministero della Salute, sono previste temperature elevate di 34 gradi dovute a un’ ondata di calore. Conseguentemente, è ulteriormente prolungata la fase di FORTE DISAGIO (Livello 3) per la giornata di sabato 25 luglio. Considerato quanto contenuto nel piano Comunale di Gestione per l’emergenza calore, viene nuovamente prolungata, presso la Protezione civile con sede in loc. Pian di Massiano, Str. S. Lucia n. 2, l’attività della Sala Operativa, con orario dalle ore 8.00 alle ore 18.00 per tutta la durata dell’emergenza. Possono contattare la Sala Operativa al n. 075 5774410, tutti coloro che, senza particolari patologie, chiedono sollievo momentaneo dall’ondata di calore.
Ulteriori informazioni sul Piano Comunale di Gestione delle ondate di calore e sulle precauzioni da adottare per prevenire ed evitare gli effetti delle ondate di calore all’indirizzo:
http://istituzionale.comune.perugia.it/pagine/piano-emergenza-calore

LIVELLI DI OZONO IN AUMENTO/COMUNICAZIONE
Con il perdurare delle particolari condizioni meteo determinate dall’ondata di calore in atto, caratterizzate da soleggiamento intenso ed elevate temperature, è in atto un peggioramento della qualità dell’aria. In particolare, è stata superata la soglia di informazione per la concentrazione oraria di ozono nella centralina fissa di rilevamento di ARPA Umbria situata nel parco Cortonese. A livello precauzionale, è opportuno che i soggetti maggiormente sensibili all’esposizione da ozono (i bambini, le donne in gravidanza, gli anziani, i soggetti asmatici e i soggetti con patologie polmonari e cardiologiche) evitino di svolgere attività fisica, anche moderata, all’aperto nelle ore più calde e di massima insolazione della giornata (fra le 12 e le 17). E’ inoltre consigliabile a tutta la popolazione di evitare di svolgere un’attività fisica molto intensa nello stesso intervallo di ore. Ulteriori informazioni sull’andamento delle concentrazioni di ozono possono essere reperite sul sito internet di ARPA Umbria (www.arpa.umbria.it) e sulla pagina facebook della “Protezione civile Comune di Perugia”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*