Caldo, sale il livello di Ozono

Per lunedì 6 luglio le previsioni di Arpa danno per il parametro Ozono una concentrazione superiore al livello 1 (soglia di informazione). Si precisa che la legge prevede per l’ozono una soglia di informazione (il livello oltre il quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per alcuni gruppi particolarmente sensibili della popolazione), fissata a 180 microgrammi/metocubo, e una soglia di allarme (rischio per la salute umana per la popolazione nel suo complesso) fissata a 240 microgrammi/metocubo.

Poiché l’intensità degli effetti dell’ozono cresce con la durata dell’esposizione dell’individuo, la regola principale è quella di limitare l’esposizione e quindi principalmente limitare le attività all’aria. I soggetti più sensibili (bambini, anziani, asmatici, bronchitici cronici, cardiopatici) devono evitare di svolgere attività fisica anche moderata all’aperto, come camminare velocemente, in particolare nelle ore più calde ed assolate. Gli adolescenti devono evitare di svolgere negli stessi periodi attività fisica intensa all’aperto.

Dato il perdurare dell’ondata di caldo che sta attraversando l’Umbria si consiglia di seguire le previsione dell’ozono che Arpa Umbria, in collaborazione con il Dipartimento di Chimica dell’Università degli studi di Perugia, pubblica quotidianamente sul proprio portale. I dati relativi al monitoraggio e le previsioni dell’ozono sono disponibili anche attraverso la app di Arpa.

Link alla pagina “Previosioni Ozono”

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*