Giornate FAI: la Villa del Colle del Cardinale

Villa Colle del Cardinale a Colle Umberto aperta per le Giornate del FAI di Primavera

Giornate FAI: la Villa del Colle del Cardinale. Gli studenti del Liceo Scientifico “G.Galilei” apprendisti ciceroni.

di Simona Cortona 

Ti aspettano sorridenti e gentili i volontari del FAI alla Villa del Colle del Cardinale a Colle Umberto, un patrimonio e una villa prestigiosa costruita nel 1575 dal Cardinale Fulvio della Corgna sul poggio sopra la piana del torrente Caina. Il complesso, uno dei piu importanti dell’Umbria, è stato uno dei beni visitabili nelle giornate di sabato 19 e domenica 20 marzo grazie alle giornate del FAI.

Da ben ventiquattro anni nei week-end di primavera, la Fondazione Fai permette l’apertura e la scoperta di luoghi, chiese, ville e palazzi, giardini, castelli e aree naturali, archivi storici, musei e scali ferroviari solitamente chiusi al pubblico che in questi giorni possono essere ammirati e scoperti grazie all’importante lavoro dei 120 mila volontari del FAI.

Sono più di 900 le aperture straordinarie in programma per la 24° edizione delle Giornate FAI che condividono un unico obiettivo: trascorrere del tempo libero di qualità, visitando luoghi mai visti aperti eccezionalmente dalle Delegazioni FAI.

Anche a Perugia la Delegazione FAI e il Gruppo FAI Giovani hanno permesso alcune aperture nel cuore del centro storico della città: le stanze della politica di Palazzo dei Priori, le stanze del patrimonio artistico della Fondazione Orintia Carletti Bonucci a Palazzo Baldeschi e la splendida apertura della Villa del Colle del Cardinale, curata in particolare dal Gruppo FAI Giovani.

Ma ad aspettare il visitatore in queste splendide dimore non vi sono solo i volontari del FAI e della Protezione Civile ma anche gli studenti degli istituti superiori. A conclusione di un percorso di formazione svolto con il supporto degli insegnanti e dei delegati FAI, più di 200.000 gli Apprendisti Ciceroni® in 380 località e circa 250 gli studenti perugini del liceo Scientifico “G. Galilei”, del liceo Scientifico “G. Alessi” e del liceo Classico “A. Mariotti” hanno saputo dimostrare come il patrimonio artistico, storico e culturale possa essere un luogo di incontro e di scambio tra le generazioni.

E proprio alla Villa del Colle del Cardinale sessanta studenti insieme agli insegnati e alla preside del Liceo Scientifico “G.Galilei” Nivella Falaschi, hanno piacevolmente accompagnato piu di 800 visitatori tra sabato e domenica. Alternandosi tra loro con grande energia e padronanza della storia e dell’architettura hanno guidato gruppi di visitatori illustrando la villa, i giardini, la limonaia e le quattro costruzioni angolari: il bagno del Cardinale con la biblioteca, l’uccelliera del giardino d’inverno con la selleria, uno studio, un soggiorno per ospiti. Si sono soffermati sulle varie trasformazioni nel Seicento e Settecento, sugli affreschi di Salvio Savini, sulla vita che si svolgeva al tempo nella splendida villa, sull’importanza della facciata principale, del portone d’ingresso ad arco bugnato con la scalinata, del sontuoso scalone d’onore, del lussuoso salone centrale con soffitto ligneo a cassettoni e pareti riccamente decorate. Il giardino d’inverno su tre livelli raccordati da scale, il parco all’inglese modificato nella seconda metà dell’Ottocento (ingresso principale, piazza grande con la fontana dell’Airone, lago con le isole) e arricchito di nuove piante.

 

La villa oggi è di proprietà del Ministero per i Beni Culturali dal 1996 e con la limonaia viene utilizzata per convegni ed eventi.

Una bellissima giornata di primavera, un nuovo contatto con la natura, la storia, le nostre radici e la nostra identità che grazie alla missione del FAI – Fondo Ambiente Italiano, Fondazione nazionale senza scopo di lucro, ha salvato, restaurato e aperto al pubblico importanti testimonianze del patrimonio artistico e naturalistico italiano.

 

Villa Colle Del Cardinale A Colle Umberto

Flickr Album Gallery Powered By: Weblizar

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*