U-SAVEREDS: dallo scoiattolo rosso passa la tutela della biodiversità dell’Appennino

Si terrà giovedì 28 gennaio 2016, alle 11, presso la Sala Azzurra del V Piano del Palazzo della Regione (Broletto) di Via Mario Angeloni a Perugia, la conferenza stampa del progetto U-SAVEREDS (LIFE+ BIODIVERSITÀ “Management of grey squirrel in Umbria: conservation of red squirrel and preventing loss of biodiversity in Apennines”), azione comunitaria nata dall’esigenza di far fronte alla possibile minaccia conservazionistica a cui lo scoiattolo comune europeo (più spesso conosciuto come scoiattolo rosso) sta andando incontro, in seguito alla presenza e all’espansione, anche in Umbria, dello scoiattolo grigio americano. Così come avvenuto nelle isole britanniche e in nord Italia (in particolar modo in Piemonte), la presenza dello scoiattolo grigio, causa, in seguito all’instaurazione di una competizione per lo spazio e per le risorse alimentari, la scomparsa dello scoiattolo rosso, più piccolo e meno abile della specie americana. Durante la conferenza stampa saranno presentati gli aggiornamenti del progetto e lo stato di avanzamento delle azioni previste, sarà inoltre presentata la lista nera europea delle specie aliene invasive, animali e piante stranieri che danneggiano gli ecosistemi locali. Verranno illustrate anche le azioni di informazione volte a sensibilizzare tutta la popolazione sull’importanza della difesa della biodiversità e sulla necessità della rimozione delle specie invasive.

Il progetto U-SAVEREDS è promosso e realizzato dall’Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale (ISPRA), in collaborazione con la Regione Umbria, il Comune di Perugia, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Umbria e Marche, la Regione Lazio, Legambiente Umbria e l’Istituto OIKOS srl.

Alla conferenza stampa interverranno:

-Valentina La Morgia, ISPRA coordinatrice del progetto

-Daniele Paolini, naturalista e technical manager del progetto

-Umberto Sergiacomi, responsabile Osservatorio Faunistico regionale

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*