Accordo Confcooperative e Bcc umbre per il credito alle cooperative

Da sinistra Giovagnola, Meschini, Fora, Mariani, Sembolini, Canosci

In campo quattordici prodotti destinati alle imprese cooperative e ai loro soci – Andrea Fora: Condividiamo servizi e opportunità per lo sviluppo della comunità regionale

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – Con la sigla formale dell’accordo tra i presidenti di Confcooperative Umbria Andrea Fora e delle due Banche di credito cooperativo aventi sede legale e operativa in Umbria Massimo Meschini (Bcc di Spello e Bettona) e Palmiro Giovagnola (Bcc Umbria), si dà formalmente il via al pacchetto ‘NoiCoop’ corredato di prodotti di credito destinati alle imprese cooperative e ai loro soci. Un pacchetto che presenta un alto valore mutualistico in quanto mette a sistema gli strumenti del mondo della cooperazione facenti capo a Confcooperative: Cooperfidi Italia (il confidi nazionale del movimento cooperativo), Fondosviluppo (il Fondo di promozione nazionale di Confcooperative) e Assimoco (la compagnia di Assicurazione del movimento cooperativo). “I prodotti e i servizi che abbiamo condiviso con le Bcc umbre – esordisce Andrea Fora – puntano a dare risposte a tutto tondo alle imprese cooperative regionali, ai loro soci e alle loro famiglie mettendo a valore la comune conoscenza e la condivisione delle specificità mutualistiche che distinguono le cooperative dalle altre forme di impresa e le Bcc dagli altri istituti di credito. Queste distintività ci hanno portato a leggere le esigenze delle imprese cooperative in quanto autentiche comunità territoriali”.

Quattordici sono al momento i prodotti che verranno veicolati dalle quaranta agenzie delle due Bcc, undici per le imprese e tre per le persone fisiche. In quelli destinati alle imprese è prevista tutta la casistica prevalente di prodotti di cui vanno in cerca le cooperative: finanziamento, mutuo, anticipo delle fatture o dei pagamenti della Pubblica amministrazione, anticipo dei pagamenti comunitari e dei conferimenti dei prodotti della campagna agricola, tredicesima e quattordicesima mensilità, prestito partecipativo. Particolare attenzione è stata dedicata anche allo start up di nuove imprese cooperative nel territorio regionale. Tra i prodotti destinati alle persone fisiche socie o dipendenti di cooperative e ai loro familiari, oltre a un conto corrente dedicato, sono previste particolari condizioni per i mutui prima casa, ristrutturazione e credito al consumo.

“Quella siglata oggi – rilanciano i due presidenti delle Bcc firmatarie Giovagnola e Meschini – non vuole essere una semplice convenzione ma un modo nuovo e condiviso di fare rete e lavorare. Resta inteso che il pacchetto costituisce solo un punto di partenza e di contatto tra Bcc, imprese cooperative e loro soci, potendo poi andare a condividere, individualmente, prodotti in maniera sartoriale tagliati sulle specifiche esigenze che via via emergeranno”. “Questo lavoro spalla a spalla – prosegue il segretario regionale di Confcooperative Umbria Lorenzo Mariani – trova la propria sintesi in uno strumento operativo comune che è la cooperativa di utenti ‘NoiCoop’: un’autentica cooperativa di comunità nel cui contenitore trovano collocazione anche i prodotti e i servizi del nostro sistema, quelli erogati dalle cooperative stesse nel territorio regionale e tanto altro”.

Unitamente al segretario regionale di Confcooperative Mariani e al delegato del Consiglio di presidenza di Confcooperative Umbria per l’area credito e finanza Valter Sembolini, hanno lavorato intensamente al progetto i direttori generali di Bcc Umbria Marcello Morlandi e Bcc di Spello e Bettona Maurizio del Savio con i rispettivi referenti commerciali Silio Canosci, Luca Vernata, Romeo Negrini e Valentina Scopolini.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*