Rinnovati Consiglio di amministrazione e vertici di Coop Umbria Casa

Eletti dall’assemblea in rappresentanza di 5mila soci. Duemila alloggi realizzati dal 1984 – Presidente Laerte Grimani, vicepresidente Giorgio Vitali. Consiglieri delegati Ammenti e Bocci

(Avi News) – Perugia, 24 mag. – Venerdì 20 maggio, eletto dall’assemblea in rappresentanza degli oltre cinquemila soci, si è insediato il nuovo Consiglio di amministrazione (Cda) di Coop Umbria Casa composto da Angelo Ammenti, Paolo Bocci, Sauro Di Sante Coaccioli, Laerte Grimani, Renzo Mastroforti, Edoardo Tiezzi e Giorgio Vitali. Presidente della cooperativa è stato nominato Laerte Grimani, professionista ternano, attuale amministratore delegato del canale televisivo Umbria Uno e già capo di gabinetto della Provincia di Terni. Vicepresidente, invece, Giorgio Vitali, professionista folignate, socio storico anche della cooperativa di progettazione e ingegneria Araut srl, presente per anni nella direzione regionale di Legacoop. Grimani e Vitali sostituiscono, nella legale rappresentanza di Umbria Casa, Paolo Bocci e Angelo Ammenti. “L’avvicendamento nelle cariche – spiegano dalla cooperativa – rientra e va inquadrato in un più ampio processo di rinnovamento avviato già dal 2014 dall’attuale Consiglio di amministrazione, uguale a quello del precedente mandato a eccezione di Tiezzi, con l’obiettivo di riposizionare la società, nel medio periodo, nell’ambito del mercato della gestione immobiliare e in quello delle nuove attività di servizio connesse all’attività dell’edilizia residenziale”.

Nuovi compiti e funzioni. “Il rinnovo operato, avvenuto per unanime volontà e condivisione dell’intero Consiglio – sottolineano da Coop Umbria Casa –, ha visto infatti anche una rimodulazione di compiti e funzioni, diversamente dal passato, mediante la nomina di Bocci e Ammenti a consiglieri delegati. Al primo è stata affidata la responsabilità commerciale della società e quella del rapporto con i soci, compito certamente impegnativo stante l’obiettivo fissato dal Cda di conseguire nell’arco del triennio di mandato nuove contrattualizzazioni di immobili per il controvalore di circa 8 milioni di euro. Al secondo, già direttore tecnico della cooperativa, è stata confermata la responsabilità di assicurare il completamento degli investimenti immobiliari avviati dalla società che, per il triennio del mandato, sono stimati in circa 11,5 milioni di euro”. Così riarticolato, il gruppo dirigente della cooperativa si avvale anche del nuovo impegno di Edoardo Tiezzi, unico dipendente di Coop Umbria Casa a farne parte. Al nuovo presidente e al vicepresidente competono, nell’articolazione dei compiti assegnati, anche le funzioni di ricerca e sviluppo di nuove opportunità insieme, ovviamente, a quelle canoniche di rappresentanza e gestione societaria loro attribuite dallo statuto.

Riposizionamento. “L’intento del Consiglio di amministrazione di Umbria Casa, a oggi la società privata di maggior rilievo e dimensione economica della regione operante nel segmento della edilizia residenziale – commentano ancora dalla cooperativa –, è il riposizionamento dell’azione operativa nell’ambito della gestione immobiliare, anche nel settore dell’housing sociale che, grazie all’accordo sottoscritto con la Sgr Prelios per la partecipazione nel fondo immobiliare Asci, partecipato anche da Cassa depositi e prestiti, prevede la realizzazione di oltre 130 alloggi su tutto il territorio regionale, che andranno ad aggiungersi agli altri già in gestione immobiliare”. Coop Umbria Casa, che ha realizzato oltre 2mila alloggi in Umbria dal 1984 a oggi, è attualmente ancora proprietaria di 305 dei suddetti appartamenti, di cui 77 sono stati già compromessi in vendita differita e verranno quindi alienati nell’arco del prossimo triennio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*