Unipegaso

Volevano fare shopping senza soldi e rubano felpa a Terni, denunciate minorenni

Sono state riaffidate al padre dopo essere state denunciate

Volevano fare shopping senza soldi e rubano felpa a Terni, denunciate

Volevano fare shopping senza soldi e rubano felpa a Terni, denunciate

TERNI – Due minorenni straniere sono state bloccate dalla Squadra Volante in un negozio di articoli sportivi del centro subito dopo essere state scoperte dal proprietario mentre cercavano di uscire con una felpa, senza averla pagata. Le due ragazze, due sorelle che erano arrivate in città in treno, per fare “shopping” senza soldi al seguito, sono state riaffidate al padre, dopo essere state denunciate al Tribunale per i Minorenni di Perugia per furto aggravato in concorso.

Altre attività della polizia di Terni

E’ stato riconosciuto dagli agenti della Squadra Volante in servizio di perlustrazione, come il reatino che era stato allontanato da Terni appena un mese fa con provvedimento del Questore Messineo. Il 37enne, con precedenti penali per reati di droga, non avrebbe dovuto far ritorno in città per tre anni, invece, ieri pomeriggio è tornato per comprare della sostanza stupefacente, cosa che non gli è riuscita perché è stato bloccato prima dalla Polizia di Stato che l’ha denunciato per la violazione dell’ordine.

E’ stato trovato a casa sua, invece, dagli investigatori della Squadra Mobile, il cittadino albanese pregiudicato di 38 anni, disoccupato, raggiunto da un ordine di carcerazione della Procura Generale della Repubblica di Perugia, che ha disposto l’esecuzione della pena detentiva residua di 1 anno per produzione e traffico di sostanze stupefacenti.

Sempre per reati di droga era stato condannato alla pena detentiva il cittadino marocchino espulso ieri dall’ufficio immigrazione. Al 34enne appena scarcerato dalla struttura di via Sabbione per fine pena, senza lavoro, né famiglia, e già espulso dal Territorio Nazionale è stato notificato l’ordine del Questore a lasciare l’Italia entro 7 giorni.

Stessa sorte per un cittadino tunisino di 38 anni, rintracciato in centro dalle Forze dell’Ordine; con precedenti per droga, sprovvisto di permesso di soggiorno e con una precedente espulsione sempre dalla Questura di Terni, dopo la denuncia per non aver ottemperato alla misura, è stato espulso.

 

Tre denunciati dalla Polizia di Stato: E’ il bilancio dell’attività info-investigativa del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orvieto di ieri

Tre denunciati a seguito di attività di controllo del territorio e d’indagine effettuata ieri dal personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orvieto impegnato su tutti i fronti nella prevenzione dei reati.

Una giovane nomade, vista aggirarsi con fare sospetto nel parcheggio della stazione ferroviaria e risultata già gravata da numerosissimi precedenti penali e da condanne per reati contro il patrimonio, è stata allontanata dalla città con foglio di via obbligatorio.

A seguito di una breve indagine, invece, ieri sono stati individuati i responsabili di due truffe on-line: in due distinte inserzioni, avevano pubblicizzato, uno un escavatore, e l’altro uno smart-phone, ma una volta incassata la caparra, erano entrambi spariti dal web.

Grazie ad un’accurata attività di ricerca e di comparazione dei dati, gli agenti sono risaliti ai responsabili, due italiani residenti nel meridione, con precedenti per reati analoghi, che sono stati denunciati per truffa.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*