Viareggio, ex giocatore del Foligno ucciso dal fratello

Mario Guidotti, 51 anni, ex centravanti del Foligno nella stagione 1991-92, quando i falchetti militavano nel campionato interregionale sotto la guida di Angelo Castronaro, è stato ucciso dopo l’ennesimo litigio dal fratello, per motivi di lavoro.

L’omicidio a Viareggio di fronte al ristorante dei due, nella serata di sabato, 20 giugno 2015. Nicola Guidotti, 59 anni, avrebbe sparato al fratello quattro colpi di pistola.

Inutile ogni tentativo di soccorso per l’ex falchetto. L’omicida, quando gli agenti lo hanno bloccato, ha confessato subito: “Ho sparato a mio fratello”. Poco prima del delitto i due si erano sentiti per telefono e avevano discusso. Nicola, dopo la chiamata, è andato al ristorante e la lite è continuata fuori dal locale. Poi, quando uno dei due è salito in Vespa per allontanarsi, l’altro lo ha ucciso. Ha dare l’allarme un agente fuori servizio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*