Viaggio a Samarcanda, Stefano ed Emanuele a Xiva incontrano dei perugini

da Stefano Pettinari e Emanuele Cruciani
Il buongiorno ci è stato dato dalla pioggia, come al solito del resto. Ma le previsioni hanno mantenuto le promesse, alle 10 il sole splendeva in cielo intervallato da qualche nuvola bianca che aiuta nelle foto! Abitanti al ritmo italiano, alle 8:30 eravamo in strada a fare i turisti, qui la prendono comoda….

Fino alle 10 c’è poco movimento, poco male, ci siamo infilati nella città vecchia e da buoni turisti, abbiamo fotografato tutto il fotografabile, in barba a tutti i buoni propositi per cercare di evitare questo atteggiamento….. Ma sì, chissene frega! Probabilmente non ci tornerò più in questo stato, e allora faccio il giapponese della situazione!

Con buona pace di Emanuele che quando ha visto la famosa asta per i selfie, che usavo per la actioncam, mi ha dato la caccia nel vano tentativo di sabotarla! Ma torniamo a Xiva…..

La città pur non avendo avuto una storia “proprio lumpida” (era ben conosciuta per il mercato degli schiavi) oggi è veramente un gioiello, tenuta in maniera impeccabile, sia sotto il profilo della pulizia, sia per come viene mantenuta strutturalmente ….

Sembra di fare un salto nel passato! Avrei voluto condividere altre foto ma la connessione internet fa le bizze! Il primo impatto è stato di stupore e ammirazione, il minareto, la madrasa (scuola coranica) la moschea…..

Ci guardavamo intorno come degli ebeti! Poi con il passare delle ore, sono arrivati i commercianti e la poesia del momento è terminata in un lampo! La cosa che balza agli occhi è tutto sto marasma di venditori che vogliono venderti questo o quell’altro oggetto di chiara matrice….. Cinese!

In tutto questo girone dantesco, siamo incappati in due attività artigianali, gli ebanisti e le tessitrici di tappeti e seta! I primi con una pazienza pari a quella di giobbe, riescono a tirar fuori dal legno degli oggetti molto belli e di gran pregio! Il proprietario ci ha spiegato che spedisce regolarmente in USA, Spagna, Italia e Germania molte di queste creazioni e a prezzi anche importanti!

Le tessitrici di tappeti hanno le mani d’oro e la vista del falco! Una volta entrati Emanuele ha creato subito il panico…. Si è seduto tra le donne, e ha iniziato a tessere un tappeto dietro le pazienti spiegazioni della malcapitata operaia che gli sedeva accanto! Il tutto è finito tra le risate generali delle operaie ed un gruppo di australiani intenti a fotografare…. Anche questo fuori programma!

Tornati tra le vie della città la sensazione di essere in una sorta di Disneyland d’oriente ormai era certezza! Questo mi ha riportato in mente i buoni propositi e a quel punto li ho messi in pratica! Qui tutto è rivolto sì al turista, ma per vuotargli le tasche! Peccato….

Resta comunque il fascino di una città antica che nel silenzio del tramonto racconta la sua storia affascinante come le cupole che brillano sotto gli ultimi raggi solari! E noi li a guardare e a scattare l’ennesima foto! Una curiosità…. Abbiamo incontrato una gita di italiani e il caso ha voluto che fossero di Perugia… Quanto è piccolo il mondo!! Domani si va a Bukhara. Buonanotte Italia!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*