Viaggio a Samarcanda, arrivati a Xiva…e…”Buonanotte Italiani”

da Stefano Pettinari e Emanuele Cruciani
Si prosegue alla volta di Xiva. Sveglia alle 7 e dopo aver ricomposto quello che, per tutti i 43 giorni, sarà la nostra “casa” carichiamo le moto e procediamo verso la nuova destinazione.

La strada per i primi 200 km circa si alterna tra fondo asfaltato buche e tratti di terra, man mano che scendiamo a sud la situazione migliora, fino a giungere su un tratto di asfalto nuovo di zecca.

La pioggia ci ha accompagnato per un paio di tratti, obbligandoci a mettere e togliere le tute antipioggia in una sorta di esercizio ginnico…. Il pranzo, a base di pecora e verdure, lo abbiamo consumato presso un ristorante lungo la strada, la regola del “fermati dove ci sono i camionisti” vale in tutto il mondo!

Rimesse le tute antipioggia, siamo ripartiti per fermarci a toglierle circa 150km più a sud. Da lì a Xiva ci abbiamo impiegato relativamente poco, ad ogni sosta per fare…. pipi…

Venivamo attorniati dalla gente del posto, che tempestandoci di domande e toccando qualsiasi parte delle moto, ci costringeva a rimetterci in marcia e rinunciare all’impellenza fisiologia! Prima di Xiva siamo stati fermati dalla polizia per un controllo e dopo aver scambiato idee calcistiche, di cantanti italiani e viste alcune foto di chissà quale viaggio fatto da uno dei poliziotti, siamo ripartiti per giungere finalmente a destinazione!

Al momento piove e tira vento, speriamo sfoghi questa notte! Emanuele dorme di peso sulla poltrona, Luca su letto a me resta il compito di scaricare le immagini delle action cam, macchine fotografiche e cellulari! Domani giro turistico! Buona notte italiani!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*