Via le prime canne fumarie del vecchio Silvestrini

Si è conclusa oggi una complessa operazione di recupero e smaltimento delle vecchie canne fumarie dell’Ospedale S. Maria della Misericordia, utilizzate per oltre 40 anni, ed installate nella vecchia ala del Silvestrini.

L’intervento, che si è concluso in quattro giorni, ha richiesto l’impiego di una piattaforma e di un gru di grandi dimensioni, oltre che di personale specializzato della Azienda Biondi recuperi ecologia, che ha disinstallato il vecchio impianto composto da cinque canne fumarie del peso complessivo di 60 tonnellate d’acciaio e due di alluminio.

Il cantiere appositamente allestito, ha messo in sicurezza le maestranze e il personale ospedaliero che è transitato nell’area dove è avvenuto lo smaltimento.

Si è trattato di un’operazione che ha completato il progetto dell’Ospedale ecosostenibile con la realizzazione di una centrale innovativa di trigenerazione che permette di produrre energia termica, energia elettrica e di raffreddamento.

Il nuovo impianto permette un risparmio energetico oltre ad una migliore qualità ambientale, con un taglio di emissione nell’atmosfera di 4850 tonnellate all’anno ed oltre mille tonnellate di petrolio risparmiate.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*