Va rubare in chiesa a Cascia mentre è agli arresti domiciliari, denunciato e segnalato

Soldi rubati in chiesa a Cascia e attrezzi da scasso
Va rubare in chiesa a Cascia mentre è agli arresti domiciliari, denunciato e segnalato

Un uomo di 50 anni, pregiudicato e condannato alla detenzione domiciliare per furto, che stava scontando nella propria abitazione sita in Giulianova (TE), ieri mattina è uscito di casa in forza di un regolare permesso concessogli dalle 07,30 alle 17,30 per recarsi al lavoro in una ditta di Tortoreto (TE).


Formazione per comunicatori e giornalisti
Scrivi a direttore@marcellomigliosi.it

Anziché  recarsi sul posto di lavoro raggiungeva Cascia a bordo della sua Fiat Uno e dopo alcuni sopralluoghi nei pressi delle numerose chiese presenti nella cittadina di Santa Rita si introduceva prima all’interno della Chiesa di Santa Maria e successivamente presso la Basilica Inferiore dove forzando le elemosiniere presenti all’interno dei luoghi di culto per impossessarsi delle offerte che i pellegrini avevano precedentemente donato.

Lo trova una pattuglia dei Carabinieri

Quando oramai si stava allontanando dai suddetti luoghi dove aveva commesso i furti, sicuro di averla fatta franca, si è imbattuto con una pattuglia della Stazione Carabinieri di Cascia in servizio perlustrativo per la prevenzione dei reati contro il patrimonio che, notando il soggetto avere un atteggiamento sospetto, procedevano ai rituali controlli. A seguito della perquisizione personale e veicolare all’interno dell’autovettura venivano rinvenuti numerosi attrezzi da scasso e denaro  in contante. Immediati accertamenti constatavano che il denaro rinvenuto poco prima all’interno dell’autovettura era provento di furto consumato all’interno delle sopracitate chiese.

Le sorprese per i militari, non erano finite; da ulteriori accertamenti, infatti, è emerso anche il fatto che l’uomo era sottoposto alla detenzione domiciliare perché stava scontando una serie di condanne di anni precedenti per furto e che aveva un permesso per assentarsi dalla propria abitazione fino alle ore 17,30.

A quel punto l’uomo è stato deferito in stato di libertà per furto e possesso ingiustificato di oggetti da scasso, inoltre è stato segnalato al Magistrato di Sorveglianza di Pescara per inottemperanza degli obblighi di detenzione domiciliare.

Va rubare in chiesa

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*