Usa assegni di una persona morta, denunciato truffatore

Polizia

polizia di notteCittà di Castello – La Squadra Anticrimine del Commissariato ha denunciato a piede libero alla competente Autorità un cittadino italiano B.M. di anni 50 nato e residente in Molise, per il reato di truffa continuata.

L’indagato, accreditatosi come commerciante di alimentari e titolare di un agriturismo in Toscana, effettuava alcuni acquisti all’ingrosso in zona, tra cui carne macellata in tronchi di porchetta. Dopo il primo acquisto, regolarmente pagato, acquisita la fiducia del grossista, effettuava un ulteriore ordine per circa 3000 euro totali, facendosi consegnare, anche in questo caso, la merce ordinata presso un capannone industriale con sede in Prato.

Il pagamento, come la prima volta, avveniva tramite assegno; qualche giorno dopo, depositato in banca, lo stesso risultava oggetto di denuncia per smarrimento, dunque non esigibile.

A questo punto, il grossista cercava invano di mettersi in contatto con l’acquirente, che di fatto si rendeva irreperibile.

L’attività di polizia, permetteva di accertare che il documento utilizzato dal truffatore era intestato al titolare di una società con sede in Molise, deceduto da tempo, e che il capannone industriale sito in Prato, millantato q
uale sede della ditta, di fatto era nella disponibilità di altri soggetti non riconducibili allo stesso, dunque una sede fantasma.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*