Ubriaco suona clacson e poi si rifiuta di fare alcoltest

Arrestato pusher albanese, spacciava cocaina e hashish
Arrestato pusher albanese, spacciava cocaina e hashish

Stanotte la Volante è intervenuta a San Sisto, dove era stato segnalato che un sudamericano ubriaco stava suonando insistentemente il clacson della propria Fiat Brava.

Al loro arrivo, gli agenti hanno notato la vettura che procedeva a retromarcia in maniera incerta, come se il conducente avesse deciso di parcheggiare ma incontrasse delle difficoltà nel realizzare la relativa manovra.

I poliziotti hanno allora intimato al soggetto di arrestare il veicolo, dopodichè, accortisi delle sue condizioni, hanno avuto un quadro molto più chiaro della situazione.

L’uomo alla guida – un 41enne ecuadoriano – emanava infatti un forte alito vinoso, aveva gli occhi lucidi e, sceso dall’automobile, ha dimostrato di aver difficoltà anche solo a reggersi in piedi.

La Volante, comprendendo che il sudamericano stava tentando di rientrare in casa dopo una maxi sbronza, ha voluto rilevare il suo tasso alcolemico, ma ha incontrato un fermo rifiuto da parte del 41enne.

Malgrado gli abbiano spiegato quali sarebbero state le conseguenze di tale opposizione, l’ecuadoriano non ha cambiato idea e ha fatto capire ai poliziotti che non avrebbe fatto l’alcoltest.

A questo punto, la Polizia non ha potuto fare altro che denunciarlo all’A.G. per il rifiuto di sottoporsi all’accertamento dello stato d’ebbrezza, al contempo procedendo al sequestro della Fiat Brava.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*