Ubriaco oltrepassa la recinzione della Fontana Maggiore, denunciato libico

Ieri sera gli agenti del Posto di Polizia “Centro Storico” si sono recati, su segnalazione dei Vigili Urbani, presso la centralissima Fontana Maggiore di Piazza IV Novembre, poiché un giovane ne aveva oltrepassato la recinzione.

Sul posto, i poliziotti hanno constatato che, effettivamente, M.H.A.K., libico del 1993, aveva commesso una bravata.
Il 22enne, palesemente ubriaco, era oltre la recinzione della fontana, portando al seguito una bottiglia di birra, e non sembrava in grado di uscire.

La situazione ha attirato le numerose persone che si trovavano in zona, i quali sono parsi piuttosto infastiditi, vista l’assoluta mancanza di rispetto per un monumento così importante.

Pertanto, i poliziotti, coadiuvati per l’occasione da un equipaggio della polizia municipale di Perugia, hanno preso in consegna l’uomo e lo hanno portato in Questura.

Qui, dalle impronte digitali, è emerso che si tratta di un 22enne, studente, regolarmente presente sul territorio nazionale, non gravato da alcun precedente; la ricostruzione dell’accaduto si è quindi concretizzata in termini di una “bravata”, frutto del notevole stato di ebbrezza.

A questo punto, la Polizia ha segnalato il libico per ubriachezza molesta.

Inoltre, benché non vi fossero segni evidenti di danneggiamento, la polizia municipale ha comunque contestato al giovane le violazioni al regolamento di Polizia Urbana e attivato la procedura di verifica dei danni eventualmente patiti dalla Fontana Maggiore tramite la Soprintendenza delle Belle Arti di Perugia.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*