Ubriaco fradicio picchia famiglia cinese e poliziotti

Ubriaco sfonda la porta di casa di una famiglia cinese e picchia i poliziotti intervenuti per bloccarlo. E’ successo nella serata di mercoledì 27 agosto a Cerbara. Una pattuglia della squadra volante di Città di Castello è intervenuta sul posto dopo la richiesta di aiuto della famiglia.

Gli agenti giunti sul posto hanno trovato la porta di ingresso della casa sfondata e un tifernate, P.S. di anni 43, all’interno che in modo violento aveva aggredito l’uomo, la donna e una bambina che si erano rifugiati in una stanza per sfuggire alle aggressioni.

L’uomo, che secondo il commissariato di Città di Castello, era in evidente stato di alterazione alcolica, pretendeva la restituzione dell’appartamento, minacciando e inveendo contro i tre cinesi.

Alla vista degli agenti gli si è scagliato anche contro di loro urlando e picchiandoli. Ne è nata così una colluttazione con gli agenti che hanno riportato lesioni medicate al pronto soccorso. Anche la famiglia cinese ha ricevuto le cure dei medici dell’ospedale.

Ma il 43enne, non contento, ha danneggiato sia l’auto di servizio della polizia che un’altra in sosta vicino all’appartamento, continuando a dare in escandescenza anche al locale pronto soccorso. Il tifernate è stato arrestato e condotto in carcere.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*