Turisti russi rischiano col pattino sul Trasimeno, salvati da polizia provinciale

E’ stato provvidenziale l’intervento della polizia provinciale e vigilanza nautica per mettere in salvo una famiglia di turisti russi, di cui tre bambini, che a bordo di un pattino si era avventurata al largo del Lago Trasimeno. Complici le condizioni metereologiche non proprio ottimali i turisti non riuscivano a tornare a riva e ormai stremati, a causa delle acque del lago alquanto agitate, hanno richiesto i soccorsi e si sono fatti notare proprio da una pilotina della polizia provinciale di Perugia che stava pattugliando la zona a circa un miglio dalla costa di Castiglione del Lago. Una volta raggiunto il pattino gli agenti della “provinciale”, dopo essersi sincerati delle buone condizioni fisiche degli occupanti e messo in sicurezza gli stessi hanno recuperato il natante rimorchiandolo sino alla spiaggia del Lido di Arezzo di Castiglione del Lago.

Tornando al lago Trasimeno si ricorda che i responsabili del servizio di navigazione della Provincia di Perugia unitamente alla Polizia Provinciale colgono l’occasione per rimarcare ai frequentatori del lago, la necessità del massimo rispetto del Codice di navigazione, in particolare per Surf, pedalò, piccole imbarcazioni e canoe, che non devono allontanarsi oltre 500m dalla riva. L’Ispettorato di porto, inoltre raccomanda di tenere a bordo tutti i dispositivi di sicurezza necessari in caso di avverse condizioni meteorologiche

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*