Tunisino, con droga e coltello a serramanico sulle scale di Palazzo dei Priori, solo denuncia

Perugia

PERUGIA – Ieri pomeriggio gli uomini del Posto di Polizia del centro storico, impegnati nel pattugliamento dell’acropoli, si sono imbattuti in una loro vecchia conoscenza, R.J., tunisino del 1985. Il giovane si trovava sulla scalinata di Palazzo dei Priori e, essendo stato più volte denunciato per reati concernenti gli stupefacenti, gli agenti hanno voluto verificare se avesse al seguito della droga. L’iniziativa ha dato i suoi frutti, anche se è stato trovato qualcosa di diverso rispetto alle aspettative. Il 30enne, infatti, non aveva con sé dello stupefacente, e tuttavia occultava all’interno di un marsupio un coltello a serramanico. Pertanto, gli agenti gli hanno chiesto come mai girasse armato, e il tunisino, con aria innocente, ha risposto che il coltello gli è necessario a difendersi da eventuali aggressioni di altri maghrebini. A questo punto, la Polizia è rientrata in Questura col nordafricano e lo ha denunciato per il reato di porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere. Inoltre, trattandosi di soggetto irregolare, è stato immediatamente avviato l’iter che condurrà, a breve, alla sua espulsione dal territorio nazionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*