TSA: «Abbiamo operato in maniera corretta»

Un comunicato della TSA, riguardante la vicenda giudiziaria che coinvolge i suoi vertici,  è stato inviato alle redazioni in questi giorni.

Ecco il testo completo: «In relazione alla recente vicenda giudiziaria che ha visto coinvolti anche alcuni esponenti della Trasimeno Servizi Ambientali TSA, la Società conferma innanzitutto la propria fiducia nell’operato di questi ultimi, nonché nel lavoro degli inquirenti, ai quali ha fornito la più ampia collaborazione nell’ambito della loro attività d’indagine. Confida peraltro che quanto prima potranno essere chiariti tutti gli aspetti che hanno portato l’Autorità Giudiziaria a disporre le verifiche e gli accertamenti in corso, nella certezza che sarà così riconosciuta la piena correttezza della gestione delle articolate attività aziendali.

Nel contempo TSA intende rassicurare i cittadini e gli utenti del territorio sul fatto che l’Azienda ha sempre operato in maniera corretta in ogni settore della propria attività, nel pieno rispetto delle complesse ed articolate prescrizioni normative in materia, anche per quanto riguarda, in particolare, la gestione di un impianto sicuramente complesso quale è la discarica di Borgo Giglione.

Quest’ultima, che costituisce l’ultimo segmento del lungo ed articolato processo del sistema della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti e che riceve i residui di lavorazione degli altri impianti regionali di trattamento dei rifiuti urbani ed assimilabili, ha sempre operato ed opera nel rispetto delle modalità e delle procedure gestionali prestabilite dagli organi competenti, da questi ultimi puntualmente verificate attraverso controlli periodici, dai quali non è emersa alcuna irregolarità».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*