Tre ladri arrestati a Terni, una di questi è una minorenne violenta

TERNI – Ieri pomeriggio gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato una nomade quindicenne, abitante in un campo della capitale, sorpresa all’interno di un’abitazione di via Narni dove si era introdotta dopo aver forzato la porta d’ingresso.
La ragazza si era appropriata di temperini da collezione e nel tentativo di fuggire aveva minacciato con un cacciavite i proprietari dell’appartamento, i quali sono comunque riusciti a disarmarla e a richiedere l’intervento della Polizia.
La minore, in conseguenza della violenza esercitata con il cacciavite, è stata arrestata con l’accusa di rapina ed è stata accompagnata presso l’Istituto Penale per Minorenni di Firenze a disposizione della Procura dei Minorenni di Perugia.

Sempre nel pomeriggio di ieri, a Terni, gli agenti della Squadra Volante hanno arrestato L.I. di 66 anni, ternano, e C.M. di 44 anni, romano, sorpresi all’uscita dell’Ipercoop con vari profumi, nascosti nei loro abiti, che avevano asportato dagli scaffali manomettendone le confezioni.
L.I. annovera numerosi precedenti penali ed era già sottoposto agli arresti domiciliari, e per questo è stato arrestato anche per il reato di evasione.
C.M. è stato anche denunciato poiché gli è stato trovato addosso un coltello di genere proibito.
I due arrestati saranno processati per direttissima nella tarda mattinata odierna.

Continua incessante l’azione di controllo del territorio di tutta la provincia da parte degli agenti della Polizia di Stato che nella sola giornata di ieri ha portato all’identificazione di oltre 200 persone.

Gli agenti della Squadra Volante hanno rinvenuto e sequestrato a Terni, in un garage privato di un condominio, 35 scatoloni contenenti oltre 3 mila confezioni di medicinali scaduti alle quali erano state apposte delle fascette posticce per prorogarne la validità.

Al riguardo la successiva attività d’indagine svolta dagli agenti della D.I.G.O.S. ha permesso di risalire a due rappresentanti farmaceutici che sono stati denunciati all’Autorià Giudiziaria per detenzione a fine di commercio di prodotti parafarmaceuti scaduti.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*