TERREMOTO: “GLI ESPERTI CI DICONO CHE SONO EPISODI DI ASSESTAMENTO, NESSUNA ANOMALIA”

Scossa di terremoto, magnitudo 2.9 in provincia di Perugia
Terremoto

20130420_123336(UJ.com3.0) CITTA’ DI CASTELLO – “Le scosse di intensità 2.1, 2.2 e 2.4 che sono state avvertite questa mattina a Città di Castello rientrano nel quadro complessivo del sisma che da sabato 20 aprile sta inte-ressando il territorio. Sono scosse di assestamento e non indicano alcun segno di a-nomalia rispetto al decorso che il terremoto lascia prevedere”: dichiara il sindaco tifer-nate Luciano Bacchetta, che ha interpellato personalmente Michele Arcaleni dell’osservatorio sismologico “A. Bina” di Perugia, il quale, insieme al direttore padre Martino Siciliani, sarà presente alla conferenza stampa convocata lunedì 29 aprile per fare il punto generale della situazione. “Ho voluto confrontarmi con gli studiosi dell’osservatorio per avere delle informazioni puntuali e tecniche su quanto sta acca-dendo nelle ultime ore, perché è comprensibile che i cittadini possano essere preoccu-pati da una recrudescenza di scosse. Ho avuto rassicurazioni anche se ci troviamo in un terreno dove la scienza non ha acquisito certezze assolute specialmente nelle pre-visioni. Detto questo, il sisma nel distretto di Città di Castello sta seguendo un’evoluzione che lascia pensare ad un esaurimento di ogni fenomeno. In tempi ristretti convocheremo un incontro con i dirigenti scolastici affinché l’approccio delle scuole nei confronti di altri eventuali episodi durante le ore di lezione possa essere gestito in modo uniforme e condiviso. Se intervenissero novità, cosa che nessuno si augura ma che nessuno matematica-mente può escludere, l’amministrazione comunale aggiornerà tempestivamente la po-polazione attraverso i canale diretti del sito web www.cdcnet.net o tramite il numero del Centro operativo comunale 075 8520744.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*