Terremoto 6.5 Norcia, sei-sette autobus partiti per alberghi Trasimeno e non solo

Trenitalia ha messo a disposizione un treno con sette cuccette, 420 posti letto

Terremoto 6.5 Norcia, sei-sette autobus partiti per alberghi Trasimeno e non solo. Da Norcia sono partiti sei-sette autobus per trasferire gli sfollati verso gli alberghi del lago Trasimeno. Lo ha detto il capo della protezione civile Fabrizio Curcio al termine di un vertice a Norcia. Presenti il commissario governativo per la ricostruzione Vasco Errani e la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini. “Altri autobus – ha spiegato Curcio – sono in partenza.

Sono state trovate, in diversi centri umbri lontani dall’epicentro del sisma, tutte le sistemazioni alberghiere necessarie al ricovero degli sfollati. lo hanno riferito Confcommercio e Federalberghi Umbria, spiegando di essersi attivate, subito dopo la forte scossa, in accordo con la Protezione civile, per trovare le sistemazioni anchein strutture in tutta la regione e non solo nell’area del Trasimeno.

Per un immediato riparo e supporto logistico alle persone rimaste senza abitazione Trenitalia ha messo a disposizione un treno con sette cuccette, 420 posti letto, che arriveranno domani nella stazione di Foligno. Il convoglio sarà costantemente alimentato, così le persone avranno sempre luce e riscaldamento. L’iniziativa è stata attivata dalla Protezione aziendale del Gruppo FS Italiane, presente nelle stazioni interessate dal sisma, in accordo con la sala operativa della Protezione Civile Nazionale. Già nei giorni scorsi erano state inviate alla stazione di Fabriano cinque vetture cuccette, che hanno reso disponibili 300 posti letto per le persone sfollate in seguito alle scosse telluriche delle ultime settimane.

A seguito della nuova scossa è nuovamente attivo il numero solidale 45500 a sostegno delle popolazioni colpite. Lo comunica la Protezione civile che informa come, grazie al protocollo d’intesa esistente tra Dipartimento e operatori di telefonia fissa e mobile, tramite gli operatori Tim, Vodafone, Wind, H3G e Poste mobile è possibile donare due euro inviando un sms solidale o effettuando una chiamata da linea fissa al numero 45500. I fondi raccolti saranno trasferiti dagli operatori, senza alcun ricarico, al Dipartimento della Protezione Civile che provvederà
a destinarle alle regioni colpite dal sisma.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*