TERNI: RESTANO IN CARCERE ZITTI E GALLETTI, DOMICILIARI A ZAPPELLI

CASTELLO DI SAN GIROLAMO(umbriajournal.com) TERNI – Accolta la richiesta di concessione degli arresti domiciliari presentata dai difensori dell’ex economo della diocesi di Terni, Paolo Zappelli, in carcere da mercoledì scorso per associazione per delinquere finalizzata alla truffa e alla turbativa d’asta per la compravendita del castello di San Girolamo.

“Siamo molto contenti della decisione – commenta uno dei suoi legali, l’avvocato Luca Maori – il gip, Pierluigi Panariello, ha capito le difficoltà di Zappelli, una persona anziana e molto malata. Ora si vedrà cosa fare”. L’uomo è uscito dal carcere in tarda mattinata, atteso dal figlio. Gli altri due arrestati, l’ex capo dell’ufficio tecnico della Curia ternana, Luca Galletti, e il dirigente del Comune di Narni Antonio Zitti, rimangono in carcere, sempre in base a quanto deciso dal gip. Anche per loro i difensori avevano chiesto la scarcerazione o in subordine la concessione dei domiciliari, ma entrambe le richieste sono state respinte. E’ stata inoltre limitata ai solo rapporti professionali con gli altri indagati l’interdizione dell’attività, della durata di due mesi, del notaio, anche lui indagato, presso il quale era stato perfezionato l’atto di compravendita del castello.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*