Unipegaso

TERNI, PENTITO CONSEGNA EROINA, DENUNCIATO SPACCIATORE

QUESTURA TERNI
QUESTURA TERNI
QUESTURA TERNI
TERNI – Un cittadino italiano di origini tunisine di 45 anni è stato denunciato ieri dalla Sezione Antidroga della Squadra Mobile per spaccio. L’uomo era stato notato dagli agenti, durante la loro costante attività di prevenzione e contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, in un bar noto come centro di ritrovo di tossicodipendenti e di spacciatori. Era stato controllato, nell’occasione aveva dichiarato agli agenti di lavorare come piastrellista, ma di essere senza lavoro da mesi e di non aver ricevuto alcuni pagamenti dai clienti e di essere perciò in bolletta, ma in tasca gli agenti avevano trovato oltre 300 euro, tutti suddivisi in mazzetti da 40.

Nei giorni successivi la Sezione Antidroga non l’ha mai perso di vista e lunedì l’ha fermato sotto casa. Alla vista della Polizia, l’uomo ha deglutito immediatamente, ma sebbene incalzato dalle domande, ha detto di aver ingoiato una caramella per la paura. In casa, gli agenti hanno trovato 5 grammi di eroina e il materiale per la confezione delle dosi; è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio.

L’uomo ha cercato di giustificarsi dando la colpa alla crisi, ha detto che non avrebbe mai voluto darsi allo spaccio e, soprattutto, di non volerlo più fare, e come prova della serietà delle sue intenzioni, ha detto agli agenti di aspettare fino alla mattina successiva, quando sarebbe arrivato in questura con una sorpresa. Gli agenti, tenendolo sempre sotto controllo, hanno acconsentito alla sua particolare richiesta e la mattina dopo, in effetti, l’uomo si è presentato negli uffici dell’Antidroga con un ovulo contenente 0,5 di eroina, la “caramella” che aveva ingoiato il giorno prima.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*