Terni, Casapound, no al circo con animali

OLYMPUS DIGITAL CAMERATERNI – Non si è fatta attendere la protesta della Foresta che Avanza, il gruppo ambientalista ternano, nei confronti dell’ultimo circo arrivato in città. I militanti dell’associazione, tra cui il candidato Sindaco di CasaPound Piergiorgio Bonomi, più animalisti dell’Enpa Terni e Narni, di Monte Argento ed altre associazioni, hanno esposto uno striscione che recitava: “No al circo con gli animali”, e distribuito volantini alle persone che si apprestavano ad assistere agli spettacoli.

“La Foresta che avanza – scrive in una nota il responsabile regionale del gruppo Riccardo Dozi – da sempre porta avanti questa battaglia insieme ad altre associazioni animaliste, tanto che in settimana ha depositato in comune le firme raccolte per la proposta popolare ‘Ferma i circhi con animali’, finalizzata alla richiesta di un’ordinanza di divieto assoluto di transito, esposizione ed utilizzo di animali in attività di spettacolo ed intrattenimento, come appunto circhi e fiere”.

“Auspicando che in tempi brevi la giunta comunale discuta in consiglio la nostra proposta – aggiunge Dozi – ringraziamo l’Enpa terni, Giuseppe Moscatelli e l’Oasi della natura, il cui aiuto ha permesso di raccogliere, nel solo comune di Terni, oltre 300 firme di protesta contro una pratica incompatibile con la dignità dell’animale, come ribadito dalla dichiarazione universale dei diritti degli animali riconosciuta dall’UNESCO fin dal 1978”.
“Ricordiamo – conclude Dozi – che anche altri paesi europei, come l’Inghilterra, hanno riconosciuto agli animali il diritto di non essere sfruttati per fini ludici o economici; il Comune di Terni quindi, avallando la nostra proposta, non solo dimostrerebbe senso civico, ma diventerebbe per i motivi di cui sopra, all’avanguardia a livello nazionale”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*