TERNI, BOTTE ALLA MOGLIE PER FARLA PROSTITUIRE, CAMIONISTA ALLONTANATO DA CASA

Carabinieri Terni
Carabinieri Terni
Carabinieri Terni

Da almeno sette anni faceva vivere alla moglie un inferno: botte, calci, pugni, minacce di morte. L’uomo, autotrasportatore rumeno di 33 anni domiciliato a Terni, ieri pomeriggio è stato allontanato dalla casa coniugale. Ad applicare la misura cautelare sono stati i carabinieri dopo mesi di indagini. I militari del Comando di Terni hanno accertato che dal 2007 l’uomo sottoponeva la moglie di 31 anni a una moltitudine di soprusi e sevizie davanti al figlio di 8 anni. In un’occasione aveva tentato di soffocarla con un cuscino. Pretendeva, senza riuscirci, che la donna si prostituisse con i vicini di casa per racimolare denaro. L’uomo spesso provava la famiglia di qualsiasi sostentamento economico costringendo la moglie a chiedere continuamente i soldi alla madre per il cibo e i vestiti. I carabinieri hanno raccolto sia le dichiarazioni delle due donne e del figlio che, sentito con l’ausilio di una psicologa, ha descritto perfettamente i comportamenti violenti del padre.

Alla luce dei riscontri investigativi, il giudice ha disposto l’allontanamento immediato dell’uomo dalla casa di famiglia.

L’epilogo è stato reso possibile anche grazie alla sensibilità dimostrata dai carabinieri nel relazionarsi con le vittime di questa vicenda che, dopo l’iniziale diffidenza, hanno rivelato la loro durissima realtà domestica.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*