TERNI, ARRESTATI DUE ALBANESI RESPONSABILI DELLA SPARATORIA

Sparatoria a Terni (12)(umbriajournal.com) TERNI – E’ durata solo qualche ora la fuga degli autori della sparatoria avvenuta ieri mattina in via Proietti Divi a Terni. Prima la Polizia a Roma e poi i Carabinieri a Terni, nelle prime ore del pomeriggio hanno arrestato due cittadini albanesi di 28 e 34 anni, tutti e due residenti a Terni e pieni di precedenti penali.

Le indagini sono partite immediatamente, quando i Carabinieri, competenti per territorio, sono arrivati ieri mattina alle 7.30 sul luogo della sparatoria, chiamati da una signora allertata proprio dalla vittima, che nonostante la ferita alla gamba, era riuscita a chiedere aiuto.

La vittima, un operaio albanese di 35 anni, residente a Terni, con precedenti di Polizia per violenza domestica, ha raccontato che appena sceso dal furgoncino due uomini sono sbucati da dietro le auto in sosta e uno di loro ha fatto fuoco, mirando al volto, ma l’arma si è inceppata per due volte, al terzo tentativo però è stato colpito alla gamba destra e prima di cadere a terra ha visto i due allontanarsi a bordo di un’auto grigia e li ha riconosciuti.

Due individui già noti alle Forze dell’Ordine, soprattutto alla Squadra Mobile, che li aveva arrestati in diverse occasioni. Gli agenti della 3° Sezione si sono perciò messi sulle loro tracce e avvalendosi anche della moderna tecnologia, in breve tempo sono riusciti localizzare uno dei due – il più giovane, l’autore materiale della sparatoria – a Roma, nel quartiere Casilino. Con la collaborazione del Commissariato di zona, lo hanno individuato in una traversa di Torre Spaccata e l’hanno arrestato. Un’azione, rapida, fulminea, che non ha gli ha dato il tempo di reagire. La Polizia, con indosso i giubbetti antiproiettile, ha dovuto tener conto della pericolosità dell’individuo, del fatto che potesse essere armato e ha dovuto agire con estrema cautela e perizia per salvaguardare l’incolumità dei passanti. Ora è rinchiuso nel carcere romano di Regina Coeli.

Contestualmente, i Carabinieri arrestavano a Terni il complice, in un’azione sinergica investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Terni.

Il cittadino albanese arrestato ieri dalla 3° Sezione della Squadra Mobile è lo stesso che il 14 aprile 2012 aveva ingaggiato una sparatoria  a Borgo Rivo con la Polizia prima di essere arrestato perché trovato in possesso di 2 kg di cocaina. A ottobre 2012 era stato arrestato sempre dalla Squadra Antidroga, per il possesso di 110 gr di cocaina. Sottoposto in seguito alla misura degli arresti domiciliari, era stato arrestato una terza volta, in questo caso dai Carabinieri, per evasione. Disoccupato e privo di permesso di soggiorno, non è stato ancora possibile espellerlo dall’Italia, in quanto sottoposto all’obbligo di dimora nel Comune di Terni fino alla data del processo.

Anche il complice, regolare in Italia, era già stato arrestato dall’Antidroga, esattamente lo scorso febbraio per spaccio di cocaina.

Le indagini proseguono da parte degli inquirenti per stabilire il movente del tentato omicidio.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*