Terni, aggressione via Rinascita, denunciati gli autori

picchia figlio

Terni – Nella tarda serata di ieri, 24 luglio 2015, la Polizia di Stato, a seguito di serrate indagini è riuscita ad individuare i due autori dell’ aggressione subita nella notte tra il 23 e il 24 luglio da un cittadino tunisino che aveva preso le difese di una barista di un esercizio pubblico sito in Via della Rinascita. Dalla ricostruzione fatta dalla Polizia è emerso che i due sarebbero entrati nel bar e, dopo aver bevuto un cocktail, uno di loro avrebbe iniziato a rivolgere prima apprezzamenti e poi offese alla barista.

Il cittadino tunisino che era nel bar insieme ad altri avventori ha preso le difese della ragazza e per questo una volta fuori dal bar sarebbe stato aggredito dai due. Nel corso dell’aggressione veniva ferito al volto con un oggetto contundente, probabilmente un pezzo di un bicchiere andato in frantumi.

Dalle informazioni acquisite dalla Squadra Volante e dalla descrizione fornita dei due aggressori ieri pomeriggio è stata individuata una rosa di sospetti e dalle ulteriori indagini sono stati riconosciuti ed individuati i due presunti autori, uno dei quali già noto alla Polizia per reati contro la persona e il patrimonio.

Si tratta di un ragazzo del Marocco e di un ternano entrambi di 22 anni i quali in Questura hanno ammesso di aver avuto una discussione con il tunisino.
I due sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di lesioni aggravate in concorso.

Per il giovane marocchino, regolare in Italia con un permesso per motivi familiari in fase di rinnovo, il Questore di Terni ha già disposto l’apertura di un procedimento finalizzato al rifiuto del titolo di soggiorno per pericolosità e all’espulsione dal territorio nazionale.
L’episodio che ha comprensibilmente creato allarme avrebbe potuto avere ben più gravi conseguenze qualora fosse stata attinta altra parte vitale del corpo o un primario vaso sanguigno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*