Ternana calcio, si dimette Zadotti, al suo posto si insedia Giuseppe Matteo Masoni

Inchiesta Fuorigioco, anche l’ex presidente Ternana Zadotti è coinvolto
zadotti

Francesco Zadotti, dopo le vicende giudiziarie che lo hanno travolto, ha dato le dimissioni da presidente della Ternana calcio. Al vertice della società ora c’è Giuseppe Matteo Masoni. E’ necessario che la Ternana proceda con l’ter burocratico per le certificazioni la cui dead line è stabilità per il 25 di giugno. Questo in relazione ai pagamenti degli stipendi e compendi di marzo e aprile e poi alla firma della fideiussione che serve l’iscrizione al campionato di serie B. Il tutto, sena deroghe, da depositare entro il 30 di giugno.

“L’assemblea degli azionisti della Ternana calcio – si legge in un comunicato – ha nominato in data 16 giugno 2015 un consiglio di amministrazione composto dai signori Edoardo Longarini, Giuseppe Matteo Masoni e Stefano Dominicis, attribuendo all’avv. Giuseppe Matteo Masoni l’incarico di presidente”.

“All’amministratore unico uscente, Francesco Zadotti – prosegue la nota – oltre che al ringraziamento per l’opera svolta nell’interesse della società, va l’apprezzamento per lo scrupolo e la sollecitudine che lo hanno portato a rassegnare le proprie dimissioni dalla carica per garantire la regolare operatività della Ternana calcio spa in un momento particolarmente significativo della attività sociale”. Zadotti nei giorni scorsi era stato coinvolto nell’inchiesta su una presunta truffa sulla raccolta e gestione dei rifiuti a Viterbo, poiché ritenuto uomo di fiducia del patron della discarica di Malagrotta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*