Tentato furto, arrestato romeno e denunciano minore

A Calvi dell’Umbria, nella mattinata di ieri, i Carabinieri della locale Stazione, unitamente a quelli dell’Aliquota Radiomobile, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un cittadino romeno denunciando in stato di libertà il complice, minorenne, per tentato furto aggravato in abitazione.

A seguito dell’intensificazione dei servizi sul territorio della Compagnia CC. di Amelia per reprimere i furti in abitazione, la notte tra sabato e domenica i militari della Stazione di Calvi dell’Umbria durante un mirato servizio di contrasto al fenomeno sopra indicato, venivano insospettiti, in località Passatore di Calvi dell’Umbria, da un furgone parcheggiato nei pressi di un’abitazione che, da accertamenti eseguiti, oltre a risultare provento di furto, presentava la targa di un altro veicolo.

Gli stessi militari coadiuvati poi dai colleghi dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia, subito giunti in ausilio, notavano che una finestra dell’attigua abitazione era stata forzata con un arnese da scasso e, dopo essersi introdotti all’interno, sorprendevano in flagranza i due romeni mentre tentavano di asportare del materiale dalla camera da letto. Nello stesso momento un complice, alla vista dei militari, si lanciava dalla finestra della stanza facendo perdere le tracce nella campagna circostante.

Dopo aver fermato i due romeni, i militari rinvenivano all’interno del furgone parcheggiato all’esterno un’ingente quantità di materiale elettronico, quadri, casalinghi, argenteria ed altro, che da accertamenti è risultato essere stato provento di un furto consumato poco prima presso un’abitazione di Gallese(VT).

L’uomo veniva quindi tratto in arresto per i reati di tentato furto aggravato in concorso e ristretto presso la camera di sicurezza della Compagnia di Amelia in attesa del rito direttissimo mentre il minore veniva deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Perugia ed affidato ai propri familiari.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*