Tentata rapina alla sede della Confartigianato, forse obiettivo era banca

Trentatreenne si toglie la vita nella sua casa, dramma a Foligno
Trentatreenne si toglie la vita nella sua casa, dramma a Foligno

“Dateci i soldi e non vi faremo niente” è quanto avrebbero detto, con accento campano, i due rapinatori. Tentata rapina nel pomeriggio di mercoledì, 8 luglio 2015, nella sede della Confartigianato di via Luigi Casale, nella zona di Maratta, a Terni. Armate di taglierino e a volto coperto, due persone sono entrate all’interno dei locali da una finestra che si trova al piano terra, dopo aver tagliato le mostre e sostituito l’infisso, probabilmente già nella notte.

Secondo gli investigatori il colpo era già stato pianificato nei giorni scorsi, quando era stata forzata e sostituita la finestra, ma i malviventi non si erano accorti che non era blindata come quella delle banche. Durante l’attacco all’interno degli uffici di Confartigianato c’erano alcuni impiegati. Una di loro sarebbe stata colpita ad uno zigomo durante la fuga dei rapinatori. Non hanno portato via nulla. I ladri sono fuggiti facendo perdere le loro tracce. Sono in corso rilievi della polizia scientifica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*