Tentano furto di intimo e scarpe, denunciata coppia di taccheggiatori

Accompagnata in Questura, la coppia veniva denunciata in stato di libertà per furto e la merce rubata immediatamente restituita al responsabile del negozio.

Tentano furto di intimo e scarpe, denunciata coppia di taccheggiatori

Tentano furto di intimo e scarpe, denunciata coppia di taccheggiatori

Intervento delle Volanti presso un noto esercizio commerciale specializzato nella vendita di calzature e nell’abbigliamento, ubicato ad Ellera di Corciano, ove veniva segnalato un tentativo di furto di capi di abbigliamento. Immediatamente intervenuti sul posto, gli agenti delle “Volanti” constatavano una prima parte dei fatti: una giovane romena, con piccoli precedenti di polizia, uscendo dal negozio aveva fatto suonare il sistema di allarme “antitaccheggio”.

La donna, spontaneamente, aveva ammesso di essersi dimenticata di pagare della biancheria che voleva acquistare e che aveva “distrattamente” lasciato nelle tasche del suo giaccone.

Provvedendo a pagare immediatamente la merce, la donna veniva ovviamente lasciata andare, ma anche la seconda volta faceva suonare l’allarme, allorché veniva invitata a mostrare il contenuto della sua borsa, evidentemente “gonfia”: a quel punto, i sospetti del personale di vigilanza trovavano certo riscontro avendo la donna occultato, in borsa, un paio di scarpe sportive da uomo di taglia 42. Si riveleranno inutili, in questo caso, le assurde giustificazioni della donna, mentre emerge chiaramente il suo intento furtivo e doloso.

Fondamentale risulta, a questo punto, l’intervento degli agenti delle “Volanti” i quali, grazie all’ausilio del direttore del grande magazzino, nel corso ad un giro di ricognizione del parcheggio, riescono ad individuare ed a bloccare, con grande prontezza operativa, anche il “complice” della donna, che nel frattempo si era allontanato dal negozio per accendere la propria autovettura e prepararsi alla fuga.

Come i poliziotti già sospettavano, ovviamente l’uomo, perugino quarantacinquenne e compagno della donna fermata, indossava proprio calzature con numero 42: e sarà lui stesso, davanti all’evidenza, ad ammettere che le scarpe rinvenute nella borsa della donna erano state poco prima scelte, misurate ed indicate da lui per la successiva azione furtiva.

Accompagnata in Questura, la coppia veniva denunciata in stato di libertà per furto e la merce rubata immediatamente restituita al responsabile del negozio.

D’ora in poi, quando avranno bisogno di biancheria intima e scarpe nuove, forse faranno bene a tenersi alla larga dall’esercizio commerciale dove si sono fatti ben notare e riconoscere, a meno che non siano disposti a pagare normalmente i capi di abbigliamento scelti!

Tentano furto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*