TENTA DI SFONDARE A MARTELLATE UNA PORTA

746028-Polizia2(UJ.com3.0) PERUGIA – Ieri sera le “Volanti” hanno arrestato un cittadino tunisino, irregolare sul territorio nazionale per resistenza a pubblico ufficiale; lo straniero è stato anche indagato per danneggiamento. L’intervento è nato a seguito di segnalazione da parte di alcuni cittadini residenti in un condominio nei pressi della stazione di Fontivegge, i quali rilevavano la presenza di uno straniero che colpiva violentemente a martellate la porta d’ingresso di un’abitazione del secondo piano dello stabile.

Gli agenti sul posto coglievano sul fatto l’autore del gesto, B S. H. tunisino ventiquattrenne con diverse segnalazioni precedenti per reati contro il patrimonio, il quale, in evidente stato di agitazione psicomotoria dovuta probabilmente all’assunzione di sostanze stupefacenti, aveva tentato di accedere all’interno dell’appartamento in questione, ora disabitato, ove in passato era stato ospitato a suo dire da dei connazionali. Disarmato e bloccato, il tunisino veniva condotto nell’autovettura di servizio, ma subito cominciava ad auto lesionarsi in maniera non grave al torace, e all’intervento repentino da parte degli agenti di farlo desistere dai suoi propositi, opponeva per tutta risposta calci e spintoni.

Il tentativo di divincolarsi risultava infruttuoso, così come il successivo proposito di ingerire una lametta che aveva nascosto in bocca, dal momento che, accompagnato al pronto soccorso, i sanitari dopo poco riuscivano ad estrargli il corpo estraneo escludendo qualsiasi conseguenza per la salute. Al termine degli accertamenti di rito pertanto, il B. S. H. veniva tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale nonché indagato per il reato di danneggiamento. Nei suoi confronti il p.m. di turno ha disposto nella mattinata odierna la celebrazione del giudizio direttissimo.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*