Sub morti, il testimone, Giaimo stava male

Il sub testimone che si è salvato stava risalendo quando ha visto un suo compagno di immersione, Fabio Giaimo, battersi un pugno sul petto. Così lo ha raggiunto e lo ha aiutato a tornare a galla. Gli investigatori stanno cercando di capire come siano morti gli altri due, Gianluca Trevani, 32, e Enrico Cioli, 43, entrambi di Bastia Umbra. Il testimone che ha aiutato Giaimo – e che non ha accusato alcun malore – al momento non avrebbe fornito una risposta certa all’interrogativo degli investigatori: sono morti entrambi perché sì sono riemersi troppo rapidamente per soccorrere anche loro Giaimo? O magari perché presi dal panico? In mancanza di certezze sulla dinamica, al momento, gli inquirenti non escludono che i tre possano essersi sentiti male a causa di una attrezzatura – magari le bombole – difettosa.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*