Studente albanese rimpatriato, invece si studiare spacciava a Perugia

Studente albanese rimpatriato, invece si studiare spacciava a Perugia

Studente albanese rimpatriato, invece si studiare spacciava a Perugia

Gli agenti dell’Ufficio Immigrazione, coordinati dal Vice Questore Aggiunto Maria Rosaria De Luca, hanno eseguito un altro rimpatrio di uno straniero che aveva stabilito in centro storico la base dei suoi loschi affari. A.B., 26enne, era arrivato nel 2010 dall’Albania con un visto studi e si era iscritto al corso di Scienze Motorie. Aveva quindi ottenuto un permesso di soggiorno e la possibilità di alloggiare comodamente in un pensionato studentesco.

Non aveva brillato negli studi, mentre si è evidenziato nelle indagini antidroga riguardanti lo spaccio su strada nell’acropoli sia della Polizia che dei Carabinieri. Gli sforzi degli investigatori sono premiati e l’albanese è sorpreso in tre distinte circostanze a commerciare in stupefacenti in tre distinti arresti che gli comportano la revoca del permesso di soggiorno e periodi di detenzione in carcere.

L’ultimo arresto nel gennaio scorso, avvenuto di notte nella sua casa di Via Beato Angelico, per detenzione di cocaina e hashish; ritorna a Capanne. Ne è uscito solo per essere caricato su un’auto della polizia e portato a S. Egidio per l’imbarco per l’Albania con un provvedimento di espulsione.

Studente albanese rimpatriato

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*