Strappa telefono dalle mani di una ragazza: denunciato, ma…

il telefono era “merce” di scambio di un debito contratto dai due giovani fidanzati

Foligno, minaccia personale ferroviario, denunciato tre volte in 24 ore
Polizia ferroviaria in azione

Strappa telefono dalle mani di una ragazza: denunciato, ma…

È il succo dell’attività investigativa da poco condotta in porto dagli agenti della Polizia Ferroviaria della Sezione di Foligno scorsi. I fatti. Una giovane coppia di fidanzati stavano parlando all’interno dello scalo ferroviario di Foligno quando sono stati avvicinati da un cittadino risultato poi essere uno straniero. L’improvvisato interlocutore dapprima ha iniziato a parlare con i due ragazzi e, in quel frangente, ha repentinamente afferrato il telefono che aveva in mano la ragazza allontana dosi di gran carriera dallo scalo. L’immediata segnalazione dei fatti ha innescato la contestuale e rapidissima reazione degli agenti Polfer. Gli sforzi profusi hanno consentito in breve di individuare il fuggiasco che è stato fermato, identificato e si è quindi proceduto al recupero del telefono cellulare che è stato riconsegnato alla legittima proprietaria. Gli accertamenti investigativi hanno permesso di delineare in maniera chiara i contorni della complessa vicenda. Non si è infatti trattato di un furto, ma il telefono era “merce” di scambio di un debito contratto dai due giovani fidanzati. Ciò nonostante lo straniero è stato denunciato in stato di libertà per l’ipotesi di reato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni.

Strappa telefono

 

La polizia ferroviaria è l’unico reparto di polizia ad operare nelle stazioni e lungo la rete ferroviaria. I suoi compiti sono principalmente quello di garantire la sicurezza nelle stazioni ferroviarie e a bordo dei treni.

Inoltre è competente per la rilevazione e le indagini sugli incidenti ferroviari, ed indaga su tutti i reati che avvengono in ambito ferroviario, con apposite squadre investigative; effettua la scorta a treni viaggiatori e treni tifosi, ed è quindi una specialità della Polizia di Stato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*