Strage del Broletto, assolti tutti gli indagati

PERUGIA – Assolti il medico curante che aveva rilasciato il certificato e un funzionario della Questura di Perugia che avevano scelto il rito abbreviato, prosciolti il dirigente e un altro funzionario. Il giudice Luca Semeraro sulla strage del Broletto e sull’inchiesta sul porto d’armi per Andrea Zampi ha deciso.

Ai quattro veniva contestato il reato di omicidio colposo, al medico veniva contestato anche il falso.
Un quinto indagato, un altro funzionario della divisione amministrativa della Questura, era stato già prosciolto in fase di indagine preliminare.

L’imprenditore, secondo il pm Massimo Casucci non avrebbe mai dovuto avere quella Beretta calibro 9 con cui il 6 marzo 2013 entrò nel palazzo della Regione al Broletto, uccidendo le due incolpevoli dipendenti Margherita Crispolti e Daniela Peccati, rivolgendo poi la stessa arma contro di sé.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*