Storia a lieto fine, Anziana turista tedesca si perde sull’Isola Maggiore

Si è conclusa con un lieto fine la disavventura di un’anziana turista tedesca, classe 1932, smarritasi nell’Isola Maggiore di Tuoro sul Trasimeno. La donna, vista intorno alle 18.30 di ieri (15 settembre) nei pressi di un ristorante, era scomparsa alla vista degli avventori che circa due ore dopo hanno lanciato alla centrale operativa della Polizia provinciale.

Subito sono scattate le operazioni di ricerca coordinate dal capitano Stefano Bennati, responsabile del comprensorio del lago Trasimeno che ha immediatamente allertato anche i carabinieri della compagnia di Città della Pieve.

Intorno alle 21, due agenti della Polizia provinciale, Alessandro Lince e Stefano Fieni, a bordo della pilotina erano già sull’isola per iniziare le ricerche avviate dapprima a piedi lungo i numerosi sentieri e, successivamente, a bordo del natante navigando a velocità ridotta intorno alle coste della Maggiore. Poco prima delle 23 grazie al faro di cui è dotata la pilotina l’anziana turista è stata avvistata a Sud-Est dell’isola, nei pressi dell’antico pozzo alla base del Convento dei Marchesi Guglielmi.

Gli agenti della Provinciale l’hanno subito raggiunta e trasportata a bordo della pilotina al pontile di “Punta Navaccia” a Tuoro, dove ad attenderla c’erano il comandante della stazione dei carabinieri di Tuoro e la direttrice dell’albergo di Passignano dove la turista alloggia ed è stta riaccompagnata.

Sottoposta a visita medica la donna è risultata in buone condizioni fisiche seppure provata dalla brutta esperienza. Tanto spavento, quindi, ma nessun danno grazie al tempestivo intervento degli uomini della Polizia provinciale che ancora una volta dimostrano quanto sia prezioso il loro lavoro anche in zone difficili come quelle del lago Trasimeno.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*