Stazionarie condizioni bimba trasferita dall’ospedale di Orvieto a Perugia

Morta la 25enne ferita nell'incidente sull'A1

Sono stazionarie le condizioni della neonata trasferita nella notte tra venerdì e sabato scorso dall’Ospedale di Orvieto al reparto di Unità di Terapia Intensiva Neonatale del S.Maria della Misericordia di Perugia.

Il parto, che si è rivelato tragico per la madre, ha messo a rischio anche la vita della piccola, che ora si trova in stato di “ipotermia generalizzata”, metodica necessaria per riattivare le cellule cerebrali che possono essere rimaste danneggiate.

“I protocolli delle società scientifiche prevedono che questo stato di “raffreddamento” del corpo a 33 gradi, duri 72 ore, termine che scadrà lunedì notte – fa sapere il Dr.Piergiorgio Camerini della struttura di Pediatria Intensiva Neonatale attraverso l’ufficio stampa dell’Azienda Ospedaliera di Perugia-.

La bambina è stata trasferita alla nostra osservazione per arginare eventuali danni cerebrali, non perché nata prematura”.

Si è infatti appreso che alla nascita il peso della bambina era di kg 3 e 600 grammi.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*