Stalker incallita, arrestata per l’ennesima volta

Latitante in Austria, bloccato uno dei “Mama Boys”
Polizia

Stalker incallita, arrestata per l’ennesima volta

Qualche tempo fa era stata arrestata dai poliziotti del Commissariato di Città di Castello a seguito di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dall’A.G. di Perugia.

Ad M.M. di anni 40 nata e residente a Città di Castello, erano stati contestati reiterati episodi di minacce, molestie e danneggiamenti, posti in essere nei confronti dei vicini di casa.

Il comportamento persecutorio della donna, concretizzatosi in diuturne telefonate, squilli al citofono, danneggiamenti alle autovetture e molestie di ogni tipo, aveva ingenerato nelle vittime profondi stati d’ansia. Coinvolti un intero nucleo familiare, compreso il figlio minorenne.

Gli arresti domiciliari non sono stati sufficienti ad arginare gli atteggiamenti persecutori, tanto da indurre le vittime ad inoltrare nuove denunce.

Ulteriori ed approfonditi accertamenti dei poliziotti, hanno confermato il perpetuarsi di comportamenti ostili da parte dell’arrestata.

La stessa ha inoltre più volte violato le prescrizioni dei domiciliari, facendosi trovare fuori dalla propria abitazione e molto vicina ai denuncianti.

Per tali motivi è stato proposto un aggravamento della pena nei confronti della donna, che su disposizioni dell’A.G. competente è stata associata al carcere perugino di Capanne.

Stalker incallita

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*