SPOLETO, PICCOLE-GRANDI BARBARIE IN CITTÀ

Foto 1di Bernardino Ragni ITALIA NOSTRA Sezione di Spoleto
(UJ.com3.0) SPOLETO – 20 Aprile 2013, ore 11:30 – 12, l’ingresso e le immediate vicinanze del prestigioso Liceo Scientifico Alessandro Volta di Spoleto si presentano nel miserabile aspetto illustrato, non nella sua piena efficacia impattante, dai sottostanti documenti fotografici 1 – 4. L’immondizia immortalata è rappresentata, prevalentemente ma non solo, da innumerevoli volantini che annunciano un “party” studentesco serale. Dall’aspetto dell’insieme la situazione è così da non meno di 5-7 giorni.

Fuori dell’ingresso interno della Scuola una signora addetta ai servizi (un tempo definibile “bidella”) si rilassa fumando una sigaretta; all’interno, nella prima stanza che s’incontra, quattro altre signore sono sedute e si rilassano in conversazione; mentre fotografo un docente (o funzionario o dirigente) della Scuola esce dall’edificio e dall’ingresso calpestando con indifferenza l’immondizia; poco dopo, mentre fotografo, un gruppo di studenti risale il vialetto d’ingresso, calpestando con indifferenza l’immondizia. La griglia di raccolta delle acque nella soglia del cancello, foto 1, è frammentata e sconnessa, generando una specie di pericoloso trabocchetto per chi passa e avendo perso da tempo la sua funzione.

[wzslider autoplay=”true” info=”true” lightbox=”true”]

Uscito dal Vicolo San Matteo in “Borgaccio”, dulcis in fundo (foto 5) una gentile Signora o un distinto Signore, ritengono che la specie in estinzione “pedone” è bene che si estingua!

Il reportage cittadino non necessita di commenti; una sola riflessione, doverosa di questi tempi: gli italiani non si meritano i governati, politicanti, dirigenti che si ritrovano?!

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*