SPOLETO, ARRESTATO RAPINATORE DELLA BPS DI SAN GIACOMO

Carabinieri Spello
Carabinieri Spello
Carabinieri Spello

(umbriajournal.com) SPOLETO – Ieri pomeriggio militari del Nucleo Operativo di Spoleto e della Stazione Carabinieri di Campello sul Clitunno hanno tratto in arresto A.R. 40enne di Catania, responsabile della rapina perpetrata il 24 maggio presso la filiale BPS di San Giacomo.

L’uomo, insieme ad un complice, in via di identificazione, alle ore 16:20 circa aveva forzato l’uscita di sicurezza della banca con un piede di porco.

Entrato nella filiale travisato da sciarpa e cappellino, minacciando di morte i cassieri si era fatto consegnare la somma di 3.700 euro, dileguandosi a bordo di una macchina risultata poi rubata a Foligno. Le immediate ricerche dell’autovettura hanno permesso ad una pattuglia della Stazione Carabinieri di Campello sul Clitunno di rinvenire la stessa nella zona industriale di quel comune.

Grazie all’approfondita conoscenza del territorio ed all’intuito investigativo dei militari operanti, sono riusciti ad acquisire immagini video e testimonianze utili all’identificazione dei rapinatori. I due infatti erano stati notati da alcuni avventori di un bar di Campello ed immortalati dal sistema di videosorveglianza di alcune industrie ed esercizi pubblici. La competenza tecnica poi dei Carabinieri del Nucleo Operativo di Spoleto ha permesso di restringere la rosa dei sospettati ad alcuni soggetti, gravati da precedenti specifici e controllati in passato nella zona.

Grazie alla comparazione delle foto-segnaletiche con i filmati della banca e degli esercizi pubblici, nonché al riconoscimento fotografico da parte di alcuni testimoni, si è riuscito ad identificare compiutamente uno dei rapinatori, per il quale è stata inoltrata richiesta di misura cautelare. La richiesta è stata accolta dal GIP di Spoleto che in data 24 ottobre ha emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere. L’ordinanza è stata eseguita nel carcere di Perugia, in quanto il soggetto era ristretto a seguito di arresto per un’altra rapina analoga commessa ai danni di un ufficio postale di Perugia.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*