Sorvegliati speciali in giro con una Mercedes “S”

Minaccia il suicidio e scappa via, la Polizia lo rintraccia e lo salva
Minaccia il suicidio e scappa via, la Polizia lo rintraccia e lo salva

Forse avranno pensato “Ma chi ci può controllare in giro per Perugia durante la Partita? La Polizia avrà da fare altre cose? Fatto sta che due sorvegliati speciali di Assisi, ieri sera hanno deciso di venire a Perugia in violazione agli obblighi impostigli.

Per entrambi il TRIBUNALE DI PERUGIA, su proposta della DIVISIONE ANTICRIMINE ha applicato la SORVEGLIANZA SPECIALE DI P.S.; per 3 anni, dall’anno scorso, a D. R. R., del ’75, gravato da molti precedenti per violazioni per reati contro il patrimonio e per stupefacenti cui è stato imposto l’obbligo di non allontanarsi da Assisi e di permanere nella sua abitazione dalla 22 alle 6.

Per 2 anni a S.K. del ’92, anche lui gravato da molti precedenti per violazioni per reati contro il patrimonio, che dallo scorso febbraio ha l’obbligo di non allontanarsi da Assisi e di dimorare presso la sua abitazione dalle 20 alle 7; si deve anche presentare a firmare dai Carabinieri due volte al giorno.

I due hanno anche l’obbligo di mettersi alla ricerca di un lavoro stabile, di vivere onestamente, di non associarsi abitualmente con delinquenti; ogni violazione delle prescrizioni impartite comporta sanzioni penali.

Ieri sera tardi una volante, transitando in una zona buia di Ponte della Pietra, si è insospettita quando ha visto questa scena: una costosa Mercedes “S”, interrompendo la conversazione che gli occupanti avevano in corso con due soggetti a bordo di una Punto, si allontanava velocemente.

Da un rapido controllo agli occupanti della Punto emergevano altri sospetti perché entrambi, di nazionalità albanese, rilevavano uno strano nervosismo pur se non avevano nulla che portasse a rilevare elementi di reato.

Disponevano le ricerche via radio della Mercedes che poco distante veniva bloccata e controllata; ecco la sorpresa, a bordo vi erano come passeggeri i due “Sorvegliati Speciali”.

Entrambi, dopo essere stati condotti in Questura, venivano arrestati per violazione agli obblighi imposti. Verranno processati per direttissima stamattina.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*