Sicurezza a Perugia, Club Pallotta: “La volontà e il mezzo per cambiare”

Club Pallotta perugia

Giampiero Tamburi
Coordinatore
Comitato Club Pallotta Perugia
PERUGIA – Mille e più potevano essere gli argomenti da trattare: ne avevamo il tempo, il modo e l’occasione, ieri pomeriggio, 6 Settembre, all’incontro, il primo in assoluto, che il Comitato “Club Pallotta Perugia” ha avuto con gli amici del quartiere. Un avvenimento che, al di là di quanta gente abbia partecipato al rinfreschino offerto al bar Nonsolocaffè di via della Palotta (ed eravamo abbastanza) e di quanto poteva risultare popolare alle cronache, è stato della massima importanza per la nostra zona. Un incontro che nasce dalla consapevolezza di dover far parte di un’insieme necessario a ristabilire quella sicurezza che, purtroppo, per troppo tempo si è andata sempre più deteriorando, fino a lasciare un vuoto enorme dove chi delinque ha trovato terreno fertile per le proprie attività illegali. Ma la sicurezza è figlia della partecipazione ed è su questo argomento che si è soffermata la nostra attenzione.

Per discutere su questo argomento abbiamo chiamato l’Assessore Dramane Diego Wagué, titolare in Comune delle deleghe dell’associazionismo, il quale molto gentilmente non ha fatto mancare la sua presenza. Presenza che ci ha permesso di discutere, in modo approfondito su come l’Amministrazione Comunale intende muoversi e quale strumenti voglia usare per chiamare tutta la città alla partecipazione attiva e decisionale per uscire da quel Limbo di insicurezza relativa e riappropriarsi dello spazio che per troppi anni, secondo il nostro punto di vista, è stato sottovalutalo e che, in effetti, ha permesso alla criminalità; che sia “mini” o “maxi”, di produrre dei notevoli danni.

Al di là di quello che la nuova Amministrazione esprime da un punto di vista politico e che d’altro canto per quello che i Comitati cittadini hanno il dovere di fare non può e non deve interessare, ci siamo resi conto che il voler risolvere questi gravi problemi è un punto importante e fondamentale nelle prospettive degli interventi sul territorio ma che, secondo quanto detto dall’amico Wagué, è un intervento che richiede tempo perché attualmente la normativa necessaria per chiamare la cittadinanza, attraverso le espressioni legali delle sue rappresentanze, manca totalmente e per realizzarla e mettere a punto le strategie necessarie è cosa abbastanza complessa se si vuole che abbia dei risultati positivi e duraturi nel tempo.

Tempo che noi abbiamo intenzione di dare perché convinti che ci sia la volontà di cambiare direzione su questi importanti e necessari obbiettivi da realizzare. Quando sarà il momento noi saremo preparati a partecipare attivamente, secondo le nostre possibilità, per ridare quel “look” a Perugia che gli compete. Un nuovo vestito che, oltre ad essere visto sotto l’aspetto urbanistico, deve, ed è la cosa più importante, essere considerato come una nuova coscienza di partecipazione da parte di tutti noi. Cacciamo via la delinquenza, la prostituzione, lo spaccio della droga e quant’altro infetta la nostra città con l’ingresso della legalità nelle nostre coscienze onde poterla chiedere ed ottenere dando una nuova vitalità alla nostra bella Perugia.

[box type=”warning” ]In ambito a queste prospettive, come detto, il Comitato “Club Pallotta Perugia” sta muovendo i primi passi, forse piccoli ma incisivi per raggiungere lo scopo. Non mancherà prossimamente di organizzare altre manifestazioni, quali che siano, per chiedere un attivo interessamento a tutti gli amici del quartiere i quali sono parte essenziale alla buona riuscita. Noi, soci fondatori del Comitato, possiamo metterci le “scarpe”, cioè il mezzo necessario ma spetta ai cittadini il metterci le “gambe” cioè il motore necessario a dare la spinta per partire a cambiare in modo assoluto e definitivo la triste situazione della nostra città.[/box]
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*